Archivio mensile febbraio 2018

DiMaria Di Filippo

Giovedì 15 febbraio alle ore 11:00, cerimonia per la consegna ad ARPA Puglia della “ex stazione marittima ferroviaria”

Giovedì 15 febbraio 2018 alle ore 11:00, presso gli uffici della Guardia Costiera di Bari, in Corso de Tullio n. 1, si svolgerà una cerimonia per la consegna ad ARPA Puglia da parte della Capitaneria di Porto di Bari della “ex stazione marittima ferroviaria”,  un edificio demaniale insistente nella circoscrizione portuale dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale.

Grazie alla rinuncia alla disponibilità del bene da parte di AdSP MAM, la Capitaneria di porto di Bari sede di Direzione Marittima della Puglia e della Basilicata jonica ha inteso accogliere la richiesta avanzata dall’Agenzia Regionale per la Prevenzione  e la Protezione dell’Ambiente, cedendole una struttura, inutilizzata da circa 10 anni, presso la quale verrà istituito il Centro Regionale Mare (CRM), un’unità operativa complessa dell’Agenzia che svolgerà attività di alto livello tecnico, con riferimento all’intero territorio regionale e alle peculiarità dell’ambiente marino che lo contraddistingue, come di seguito sinteticamente descritto.

La Puglia, con i suoi 1000 km di costa, sia sul versante jonico che adriatico, è al terzo posto in ambito nazionale, dopo le isole maggiori, per estensione lineare. La presenza, inoltre, di molteplici e diversificati ambiti a elevata valenza ambientale e di pressioni antropiche di differente livello quali-quantitativo, rendono necessari sia un adeguato monitoraggio ma soprattutto un approccio olistico per la gestione del sistema “mare” nel suo complesso.

Nel rispetto della disciplina specialistica demaniale, la Capitaneria di Porto di Bari, a seguito della rinuncia dell’Adsp, mette a disposizione di ARPA il bene demaniale di propria pertinenza, avente una superficie scoperta di 500mq e una superficie coperta (strutturata su due livelli) di 350mq, situato nel porto di Bari, con accesso dal Lungomare Vittorio Veneto n.11. La struttura è costituita da

  • piano terra
  • piano primo
  • terrazza accessibile
  • area scoperta pertinenziale (parcheggio)

 

Il procedimento amministrativo di concessione, ai sensi degli artt.34 del Codice della Navigazione e 36 del relativo Regolamento di esecuzione del Codice della Navigazione è stato gestito dalla Capitaneria di porto di Bari.

Interverranno:

Contrammiraglio (CP) Giuseppe Meli – Comandante Direzione Marittima Puglia e Capitaneria di Porto di Bari

Ugo Patroni Griffi – Presidente dell’AdSP MAM

Michele Emiliano – Presidente Regione Puglia

Antonio Decaro – Sindaco di Bari

Vito Bruno – Direttore Generale ARPA Puglia

Nicola Ungaro – Direttore Scientifico ARPA Puglia

 

 

MDF, 14 febbraio 2018

 

 

DiVeronica Gagliano

Avviso pubblico per indagine di mercato per l’affidamento ex art. 36, comma 2 lettera a), del d.lgs. n. 50/2016, dell’ incarico di redazione relazioni specialistiche (geologica, idrogeologica, modellazione sismica), sulla scorta di studi/indagini/prove geognostiche e sismiche

Progetto di “Riqualificazione e ammodernamento delle infrastrutture portuali della base navale della Marina Militare” nel porto di Brindisi.

Con Determina Presidenziale n. 13 del 23.01.2018, è stata approvata la procedura relativa all’indagine di mercato per l’affidamento ex art. 36, comma 2 lettera a), del D.lgs. n. 50/2016, dell’incarico di redazione relazioni specialistiche (geologica, idrogeologica, modellazione sismica), sulla scorta di studi/indagini/prove geognostiche e sismiche [CIG: Z8D21B10BE – CUP B84C17000110001].

  • Importo complessivo per l’espletamento del servizio a base d’offerta è di € 26.500,00 (euro ventiseimilacinquecento/00), oltre IVA se dovuta
  • Tempi di esecuzione del servizio: massimo giorni 30 (trenta)
  • Termine per il ricevimento delle offerte: 09.03.2018 ore 12:00          

La procedura sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare https://gare.adspmam.it/ nella sezione albo dei fornitori.

Il responsabile del procedimento è il dott. ing. Francesco Di Leverano.

 

 DP n. 13 2018_determina a contrarre

AVVISO indagine di mercato incarico redazione relazioni specialistiche

AVVISO indagine di mercato incarico redazione relazioni specialistiche firmato RUP

2017.12.04 – Specifiche per indagine di mercato rel. geologica

2017.12.04 – Allegato 1 per esecuzione rilievi e indagini

Modello A – domanda di partecipazione

Modello B – offerta economica

DiVeronica Gagliano

Avviso pubblico per indagine di mercato per l’affidamento ex art. 36, comma 2 lettera a), del d.lgs. 50/2016, del servizio di rilievo topografico, indagine batimetrica e rilievo subacqueo

Progetto di “Riqualificazione e ammodernamento delle infrastrutture portuali della base navale della Marina Militare” nel porto di Brindisi. 

Con Determina Presidenziale n. 12 del 23.01.2018, è stata approvata la procedura relativa all’indagine di mercato per l’affidamento ex art. 36, comma 2 lettera a), del D.lgs. n. 50/2016, dell’incarico del servizio di rilievo topografico, indagine batimetrica e rilievo subacqueo [CIG: Z7021CB36E – CUP: B84C17000110001].

  • Importo complessivo per l’espletamento del servizio a base d’offerta è 39.500,00 (euro trentanovemilacinquecento/00), oltre IVA se dovuta
  • Tempi di esecuzione del servizio: massimo giorni 30 (trenta)
  • Termine per il ricevimento delle offerte: 01.03.2018 ore 12:00

La procedura sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare https://gare.adspmam.it/

Il responsabile del procedimento è il dott. ing. Francesco Di Leverano.

 

DP n. 12 2018_determina a contrarre

AVVISO indagine di mercato esecuzione rilievi batimetrici

AVVISO indagine di mercato esecuzione rilievi batimetrici firmato

2017.11.30 – Specifiche per indagine di mercato rilievi

2017.12.04 – Allegato 1 per esecuzione rilievi e indagini

2017.12.04 – Allegato 2 per esecuzione rilievi e indagini

Modello A – domanda di partecipazione

Modello B – offerta economica

 

DiLaura Cimaglia

Avviso di gara – Porto di Bari – Lavori di sistemazione dell’area di controlli sanitari GDIF – PIF

CIG 736815168D – CUP B93D17001900001

La procedura di gara è relativa ai “Lavori di sistemazione dell’area dei controlli sanitari GDIF – PIF nel Porto di Bari ” ed è indetta ai sensi degli artt. 60 e 95 c. 4 del D.lgs 50/2016.

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare https://gare.adspmam.it/

Importo complessivo dell’appalto: € 200.077,02 di cui € 194.181,88 per lavori soggetti a ribasso ed € 5.895,14 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso.

Durata dell’appalto: 90 giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale di consegna dei lavori

Termine per il ricevimento delle offerte: 14.03.2018 ore 12:00 apertura

Chiarimenti: i chiarimenti potranno essere presentati attraverso la piattaforma TuttoGare entro e non oltre il 28.02.2018 ore 20:00

Il responsabile del procedimento è il dott. ing. Francesco Di Leverano

Elaborati di progetto

  1. A_Relazione_Generale
  2. B_Relazione_Impianto_Elettrico
  3. C.1_Corografia
  4. C.2_Stato dei Luoghi
  5. C.3_Planimetria di Progetto
  6. C.4.1_Quadri elettrici
  7. C.4_Impianto elettrico
  8. C.5_Box Ufficio e Prelevacampioni
  9. C.6_Particolari costruttivi
  10. D_Rilievo_Fotografico
  11. E.0_PSC
  12. E.1_PSC_Gantt
  13. E.2_PSC_Rischi
  14. E.3_PSC_CME_EP
  15. E.4_PSC_inquadramento
  16. E.5_PSC_Incidenza_MDO
  17. F.0_CME_EP
  18. G_Capitolato_Speciale_Appalto
  19. schema contratto lavori GDF PIF

Documenti di gara

  1. disciplinare di gara lavori GDF PIF_def
  2. Modello 1 – domanda di partecipazione – Busta A
  3. Modello 2 – Attestato di sopralluogo
  4. Modello_DGUE
  5. determina a contrarre
DiMaria Di Filippo

Il porto di Bari base operativa delle unità navali maggiori della Guardia Costiera: AdSP MAM e Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto sottoscrivono un protocollo d’intesa.

 

Questa mattina a palazzo di città, nell’ufficio del sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il comandante generale del corpo delle Capitanerie di Porto- Guardia Costiera, ammiraglio ispettore capo Vincenzo Melone, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato alla destinazione di aree e banchine del porto di Bari per la realizzazione di sistemazioni di ormeggio delle unità navali maggiori della Guardia Costiera e di strutture tecniche di supporto.

In virtù di tale accordo, la Guardia Costiera implementerà la propria presenza nello scalo adriatico che fungerà, anche, da base operativa per il Corpo.

Nello specchio acqueo prospiciente località San Cataldo del porto– commenta il presidente Patroni Griffi- la Capitaneria realizzerà nuovi moli, atti ad ormeggiare tre pattugliatori di ultimissima generazione. I benefici di questo accordo per il nostro porto saranno notevoli– prosegue il presidente- su nostra richiesta, infatti, la Capitaneria presterà attività di supporto tecnico-giuridico in applicazione della normativa internazionale e nazionale in materia di safety e security portuale. Verrà, inoltre, rafforzata l’attività di sorveglianza dell’ambito portuale di Bari e la vigilanza marittima delle coste del mare Adriatico meridionale.”

Notevoli, inoltre, le ricadute occupazionali per l’intero territorio, derivanti sia dall’avvio dei lavori di infrastrutturazione del molo, sia dalla presenza delle imbarcazioni di altura che necessiteranno di forniture navali e lavorazioni tecniche.

Gli equipaggi saranno composti da oltre 200 persone– conclude Patroni Griffi- per lo più militari pugliesi che avranno, così, la possibilità di riavvicinarsi a casa e che daranno con le loro famiglie nuova linfa vitale a tutta la zona. Peraltro, la Guardia Costiera ha scelto proprio Bari quale sede per i corsi di formazione finalizzati all’addestramento del personale da imbarcare sulle unità navali del Corpo. Tutto il comparto marittimo, quindi, sarà investito da un nuovo e produttivo fermento di crescita.”

La nuova infrastruttura, infine, favorirà la realizzazione di un approdo turistico per 245 imbarcazioni, compresi 7 accosti per mega-yacht da 25 a 100 metri.

 

 

MDF, 06 febbraio 2018

DiMaria Di Filippo

Venerdì 09 febbraio alle ore 10.00 nel porto di Bari cerimonia di commemorazione dell’on Giuseppe Tatarella, parlamentare pugliese protagonista della scena politica nazionale negli anni ottanta e novanta.

Venerdì 09 febbraio alle ore 10.00, nel porto di Bari, in occasione del 19° anniversario della scomparsa dell’on. Giuseppe Tatarella, il presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi, e il comandante della Direzione Marittima e della Capitaneria di Porto di Bari, contrammiraglio Giuseppe Meli, deporranno una corona d’alloro ai piedi della lapide commemorativa, affissa nel porto di Bari, per ricordare il grande impegno profuso dal parlamentare pugliese in favore della città e del suo porto.

Durante la sua lunga carriera politica, infatti, l’on. Tatarella, si è sempre speso in maniera energica e significativa per il porto di Bari, ritenendo lo scalo adriatico imprescindibile volano di sviluppo per tutto il territorio, da inserire in un processo di integrazione urbanistica in cui il porto diventasse parte attiva e dinamica del centro urbano.

All’evento sono state invitate le autorità civili, militari e religiose e tutto il cluster marittimo barese.

 

 

 

MDF, 06 febbraio 2018

 

 

DiMaria Di Filippo

L’AdSP MAM raggiunge tutti gli obiettivi ministeriali.

L’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, in soli 6 mesi dalla costituzione del Comitato di gestione, raggiunge tutti gli obiettivi assegnati per l’anno 2017 dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Ieri, nella sede di Bari, si è svolta la prima riunione dell’anno del Comitato di gestione nel corso della quale l’Organo deliberativo dell’Ente ha approvato all’unanimità gli ultimi documenti relativi al raggiungimento degli obiettivi.

Particolare rilevanza riveste l’approvazione del nuovo Piano Anticorruzione e Trasparenza: un unico documento che accorpa una valutazione di processi a rischio di 5 porti, scontando un approfondimento dei processi e procedimenti, riferibili all’attività amministrativa che interessa un territorio molto vasto comprendente le provincie di Bari, Brindisi e Foggia.

Nel corso della riunione, il Comitato di gestione ha approvato, sempre all’unanimità, il nuovo Regolamento d’uso delle Aree Demaniali marittime ricadenti nella circoscrizione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale. Il documento, primo in Italia, è conforme alle prescrizioni dettate dall’Antitrust. Particolare rilevanza riveste l’art. 12 che definisce i criteri e i relativi punteggi di valutazione delle istanze nell’ottica di assicurare gioco concorrenziale e massima trasparenza.

 

MDF, 02.02.2018

Diadmin

Piano Operativo Triennale 2017-2019 dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale

Il Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale ha approvato, con Delibera nr.8 del 25/10/2017,  il Piano Operativo Triennale 2017-2019.

Di seguito è disponibile il documento:

AdSPMAM – Piano Operativo Triennale 2017-2019