Archivio mensile ottobre 2018

DiMaria Di Filippo

INTERMODAL ADRIATIC PASSENGERS 2018: MERCOLEDÌ 17 OTTOBRE 2018 DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 17,00 PRESSO LA SALA CONFERENZE “GREEN HALL” DELLA BUSINESS AREA DELL’AEROPORTO DI BARI “KAROL WOJTYLA” (2° PIANO) SI SVOLGERÀ LA PRIMA EDIZIONE DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE

Mercoledì 17 ottobre 2018 dalle ore 9,00 alle ore 17,00 presso la sala conferenze “Green Hall” della Business Area dell’Aeroporto di Bari “Karol Wojtyla” (2° piano) si svolgerà la prima edizione della conferenza internazionale “Intermodal Adriatic Passengers 2018” a cui parteciperanno rappresentanti istituzionali, operatori portuali/aeroportuali e stakeholders provenienti da Croazia, Grecia ed Italia.

L’iniziativa si tiene nell’ambito del progetto INTER-PASS (Intermodal Passengers Connectivity between Ports and Airports/Connettività intermodale dei passeggeri tra porti ed aeroporti) finanziato dal programma INTERREG ADRION, con il coinvolgimento in qualità di partner beneficiari di Aeroporti di Puglia SpA e dell’Autorità Portuale di Sistema del Mare Adriatico Meridionale.

La conferenza sarà aperta dai saluti di Frano Luetić (Direttore Generale dell’Aeroporto di Dubrovnik),  di Ugo Patroni Griffi (Presidente dell’Autorità Portuale di Sistema del Mare Adriatico Meridionale) e di Antonio Vasile ( Vice Presidente di Aeroporti di Puglia SpA), a cui seguiranno gli interventi di presentazione del programma ADRION (Lucia Calliari, rappresentante del Joint Secretariat) e del progetto INTER – PASS (Hrvoje Spremić, project manager dell’Aeroporto di Dubrovnik).

Dopo la sessione di apertura si terranno tre distinte tavole rotonde. La prima, dal titolo “Modelli di trasporto intermodali dei passeggeri”, moderata da Mario Mega (Autorità Portuale di Sistema del Mare Adriatico Meridionale) e con gli interventi di Eugenio di Sciascio (Rettore del Politecnico di Bari), Maro Saulović (Manager della società croata Intercruises Shoreside & Port Services) e Veronika Andrea (Università di Ioannina), fornirà una panoramica dei modelli locali e globali di trasporto intermodale dei passeggeri, valutando i probabili progressi futuri, lo stato attuale e la domanda, le rotte commerciali locali ed una analisi su come le nuove tecnologie influenzano i modelli intermodali.

La seconda tavola rotonda “Nuove opportunità e sfide per modelli intermodali avanzati” si focalizzerà sulle sfide e le opportunità a breve e lungo termine ed il loro probabile impatto sulle rotte europee. Gli interventi riguarderanno l’impatto dell’aumento dell’automazione, gli sviluppi dell’IT e di Internet delle cose. In questo caso il moderatore sarà Nikitas Nikitakos (Università dell’Egeo), con gli interventi di Giuseppe Pirlo (Università di Bari), Chrysostomos Stylios (Università di Ioannina) e Michail Agathos (Autorità Portuale di Corfù).

La terza tavola rotonda sul tema “Connettività regionale attraverso modelli intermodali porto-aeroporto-porto ed il caso crociere” si concentrerà su come le nuove tecnologie potranno creare maggiore trasparenza, capacità e redditività nella regione Adriatico – Ionica. La tavola rotonda sarà moderata da Chrysostomos Stylios (Università di Ioannina), con gli interventi di Anna Maria Morganti (Venezia Terminal Passeggeri SpA), Damir Vince (Aeroporto di Zagabria) e Nikitas Nikitakos (Università dell’Egeo).

Dopo le tre tavole rotonde, la sessione conclusiva – moderata da Patrizio Summa (Aeroporti di Puglia SpA) – ospiterà alcuni casi di studio relativi all’intermodalità dei passeggeri. In particolare saranno illustrate le buone pratiche della Regione Puglia (Raffaele Sforza) e del porto di Igoumenitsa (Maria Morfoulaki), il sistema informativo PCS GAIA (Autorità Portuale di Sistema del Mare Adriatico Meridionale) ed i prototipi NMSW Arges (Exprivia SpA) e DSS Ismael (DBA LAB SpA).

Grazie al progetto INTER – PASS ed al programma INTERREG ADRION questa prima conferenza internazionale mira a migliorare la comprensione delle problematiche relative al traffico aereo ed alla connettività marittima e, pertanto, potrà fungere da stimolo e contribuire alla futura collaborazione tra gli operatori e gli stati partner coinvolti nel progetto e nel programma.

INFORMAZIONI SUL PROGETTO INTER – PASS

INTER-PASS (Intermodal Passengers Connectivity between Ports and AirportsConnettività intermodale dei passeggeri tra porti ed aeroporti) è un progetto finanziato nell’ambito del primo bando del programma INTERREG ADRION che coinvolge in qualità di partner beneficiari Aeroporti di Puglia SpA ed Autorità Portuale di Sistema del Mare Adriatico Meridionale con un budget, rispettivamente, di € 164.090 e di € 151.402.

Il progetto ha preso avvio a gennaio 2018 e la conclusione è prevista per dicembre 2019. Il budget totale di INTER-PASS, approvato dal Programma ADRION, ammonta a € 1.498.568: di questi l’85% è cofinanziato attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), mentre il rimanente 15%, per i partner italiani, è assicurato da un finanziamento dello Stato  approvato con Delibera CIPE del 28 gennaio 2015.

Aeroporti di Puglia SpA ed Autorità Portuale di Sistema del Mare Adriatico Meridionale sono gli unici due partner beneficiari italiani, mentre partner associato è Venezia Terminal Passeggeri SpA. Vi sono poi altri sei partner beneficiari provenienti da Croazia (4) e Grecia (2): Aeroporto di Dubrovnik (partner capofila), Autorità Portuale di Dubrovnik, Aeroporto di Pola, Autorità Portuale di Pola, per la Croazia, Istituto Tecnologico (TEI) dell’Epiro e Autorità Portuale di Corfù SA, per la Grecia.

Nella regione Adriatico – Ionica ci sono molte città marittime in cui il turismo crocieristico è un importante fattore di sviluppo regionale e locale. In particolare, soprattutto durante l’alta stagione, quasi tutti gli “homeports” per traghetti e crociere dell’area interessata  devono far fronte ad un numero molto elevato di passeggeri, risentendo della mancanza di integrazione tra le diverse modalità e mezzi di trasporto, specialmente con gli aeroporti regionali.

Pertanto, l’obiettivo generale del progetto INTER-PASS è quello di migliorare le connessioni intermodali tra i porti e gli aeroporti della Regione Adriatico – Ionica, al fine di migliorare la gestione del flusso dei passeggeri, soprattutto crocieristi e viaggiatori, che raggiungono destinazioni turistiche situate sulle coste dell’Adriatico e dello Ionio durante l’alta stagione.

Il progetto produrrà 3 risultati concreti:

1) La creazione di un network di cooperazione sulla connettività intermodale e multimodale tra porti e aeroporti situati nella regione Adriatico – Ionica. Il network sarà il luogo in cui i partner e gli altri soggetti interessati potranno scambiare informazioni e confrontarsi  circa soluzioni innovative (tecniche, metodi, codici operativi, ecc.) che potrebbero essere facilmente adattate ed utilizzate nel contesto Adriatico – Ionico.

2) Lo sviluppo di un piano d’azione per ogni territorio per la definizione di soluzioni da testare e implementare nelle città coinvolte. Inoltre, verrà realizzato un test su 4 azioni pilota specifiche, da implementare nelle città di Dubrovnik, Pola, Bari e Corfù durante il periodo di attuazione del progetto, con l’obiettivo di migliorare concretamente la gestione dei flussi dei  turisti tra i porti e gli aeroporti.

3) L’elaborazione di un piano strategico integrato comune per il trasporto multimodale di passeggeri tra porti ed aeroporti da condividere con altri porti, aeroporti e autorità situate nella regione Adriatico – Ionica.

DiVeronica Gagliano

Procedura di vendita, mediante asta pubblica, della gru Fantuzzi-Reggiane tipo Paceco e delle attrezzature accessorie, situata presso la banchina di Riva di Costa Morena del Porto di Brindisi. Aggiudicazione di gara alla SIR Srl, P.Iva 02097540740.

Si avvisa che, con D.P. n. 355 del 04.10.2018, è stata aggiudicata la procedura di vendita della gru Fantuzzi-Reggiane tipo Paceco e delle attrezzature accessorie, situata presso la banchina di Riva di Costa Morena del Porto di Brindisi alla SIR Srl, P.Iva 02097540740.

Importo complessivo di aggiudicazione: € 10.100,00 (euro diecimilacento/00) oltre Iva, se applicabile.

RUP: Aldo Tanzarella

DP n. 355_04.10.2018_aggiudicazione vendita gru_trasparenza

DiMaria Di Filippo

CARLO ADDABBO NOMINATO RESPONSABILE ESTERNO DEI DATI PERSONALI DELL’ADSP MAM.

Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 “relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati)”, di seguito RGPD, in vigore dal 24 maggio 2016 e applicabile a partire dal 25 maggio 2018, il dottor Carlo Addabbo è stato nominato responsabile esterno dei dati personali dell’AdSP MAM.

Attraverso il seguente link, l’atto di nomina pubblicato nella sezione trasparenza del nostro sito

https://adspmam.etrasparenza.it/contenuto10385_privacy_746.html.

 

 

MDF, 11 ottobre 2018

DiMaria Di Filippo

LA PROFESSORESSA PAOLA BALDUCCI OSSERVATORE PERMANENTE E A TITOLO GRATUITO ALLE RIUNIONI DELL’ORGANISMO DI PARTENARIATO DELLA RISORSA DEL MARE DELL’ADSP MAM.

La professoressa Paola Balducci sarà osservatore permanente e a titolo gratuito, fornendo il proprio qualificato apporto per le questioni di carattere legale, alle riunioni dell’Organismo di Partenariato della Risorsa del Mare dell’AdSP MAM. La docente, che vanta un lungo e qualificato curriculum, ha accettato l’invito del presidente Ugo Patroni Griffi di far parte del gruppo di osservatori permanenti, costituito dal Magnifico Rettore dell’Università di Bari, dal Magnifico Rettore del Politecnico di Bari e da Francesco Lorusso, già presidente della Corte dei Conti di Puglia.

Sono convinto– commenta il Presidente- che la professoressa Balducci, oltre a contribuire a implementare le buone prassi nell’amministrazione dell’AdSP, ci supporterà nell’individuazione delle iniziative più opportune finalizzate ad assicurare il rispetto della legalità da parte delle imprese del cluster marittimo, e in genere degli stakeholders. Vogliamo impiantare un sistema virtuoso che ci consenta di tutelare l’Ente e, soprattutto, la competitività delle imprese che si conformano alla legge.”

     “Metterò al servizio dell’Organismo la mia esperienza pluriennale su temi a me molto cari- commenta Paola Balducci– legalità e trasparenza sono il volano indissolubile della competitività”.

Paola Balducci è una giurista molto conosciuta e stimata in Italia. Oltre ad essere professore associato di Procedura Penale dell’Università del Salento, è stata componente Consiglio di presidenza della Corte dei conti e membro laico del CSM.

 

 

 

MDF, 10.10.2018

DiMaria Di Filippo

COSA SONO LE ZES E PERCHE’ SONO IMPORTANTI

Le zone economiche speciali in Italia: le esperienze di successo internazionale e i nuovi progetti delle regioni del Mezzogiorno.

La presentazione Alessandro_Panaro ZES ACEN , nell’ambito della Naples Shipping Week (24-29 settembre 2018).