Archivio mensile dicembre 2018

DiVeronica Gagliano

Procedura di gara relativa a: “GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA TELEMATICA A DOPPIO OGGETTO PER LA CESSIONE DELLE QUOTE DELLA SOCIETÀ PARTECIPATA “PORTI LEVANTE SECURITY S.R.L.U. (PLS)” E L’AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI MARITIME SECURITY E DEI SERVIZI FIDUCIARI NEI PORTI DELL’AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE (PORTI DI BARI, BRINDISI, MANFREDONIA, BARLETTA E MONOPOLI) – [CIG 77404071ED]

Con Determina Presidenziale n. 467 del 19.12.2018 è stata avviata la procedura di gara telematica, ai sensi degli artt. 60 e 95 del d.lgs. 50/2016, per la cessione delle quote della società partecipata “Porti Levante Security s.r.l.u. (PLS)” e l’affidamento delle attività di Maritime Security e dei servizi fiduciari nei Porti dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale.

Valore cessione quote: € 50.000,00;

Valore appalto relativo allo svolgimento dell’attività di maritime security e dei servizi fiduciari: il valore dell’appalto per tutta la durata dello stesso (incluso il periodo di eventuale rinnovo) risulta pari ad € 54.441.982,32 (eurocinquantaquattromilioniquattrocentoquarantunomila-novecentottantadue/32) oltre ad € 5.565,00 (eurocinquemilacinquecentosessantacinque/00) per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.

Durata: L’appalto avrà durata pari a 8 (otto) anni a decorrere dalla data di affidamento del servizio. Per il solo porto di Brindisi, tenuto conto dell’appalto in essere affidato a seguito di procedura aperta sopra soglia conclusasi nel 2015, il servizio di cui al CSA avrà inizio, presumibilmente, a partire dal 10 ottobre 2020, data ultima del contratto di appalto vigente. È prevista la possibilità di un solo rinnovo del contratto, derivante dall’aggiudicazione della presente procedura, per un periodo non superiore a 12 mesi (dodici mesi) dalla data di scadenza dell’affidamento del servizio di cui al CSA, finalizzata unicamente alla conclusione delle procedure di individuazione del nuovo soggetto giuridico affidatario del servizio di che trattasi.

Scadenza chiarimenti: 07/02/2019 ore 10:00

Scadenza offerte: 15/02/2019 ore 12:00

Apertura offerte: 26/02/2019 ore 10:00

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare all’indirizzo: https://gare.adspmam.it/

DiMaria Di Filippo

L’ADSP MAM PUNTA SULLA TURCHIA. IL PRESIDENTE PATRONI GRIFFI E IL CONSOLE GENERALE ONORARIO PINAR UGURSAL BOLOGNINI, E UNA DELEGAZIONE DI STAKEHOLDERS CON L’OBIETTIVO DI INTENSIFICARE I TRAFFICI ESISTENTI E CREARE NUOVE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO.

Il presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi, ha ricevuto negli uffici di Bari il Console  Generale Onorario di Turchia a Brindisi, Pinar Ugursal Bolognini, Presidente Nazionale di Italya’da Turk Ticaret Odasi, e la Direttrice di Turkish Airlines di Bari, Omur Kahraman.

Obiettivo dell’incontro rafforzare le sinergie già esistenti e creare nuovi collegamenti e opportunità di sviluppo tra i due Paesi.

 

Le potenziate opportunità offerte dal nuovo sistema portuale; le agevolazioni economiche, fiscali e amministrative previste dalle istituende ZES; una significativa vicinanza geografica tra Puglia, Turchia e Medio Oriente, costituiscono un valore attrattivo peculiare per il Paese della Mezzaluna che sta registrando altissimi tassi di crescita economica, sostenuta dal Governo che punta ad orientare l’export verso nuovi mercati

 

Nel corso del proficuo incontro, si è concordato di incentivare i rapporti tra Turkish Airlines e i porti dell’Adriatico meridionale, anche in previsione dell’apertura di nuove linee Ro-Ro dalla Turchia verso il porto di Brindisi, dove recentemente è stato reso funzionale il nuovo raccordo ferroviario che consente efficaci e celeri collegamenti intermodali ultimo miglio.

 

Una vision supportata, anche, dal progetto di Italya’da Turk Ticaret Odasi, fatto proprio dall’Unione per il Mediterraneo di Barcellona che, utilizzando la pianificazione e gli obiettivi previsti da Autostrade del Mare, mira a unire triangolarmente il porto di Izmir a quelli di Brindisi e di Tunisi.

 

Brindisi potrebbe fungere da hub intermodale strategico al servizio non solo dell’Italia centro-meridionale, ma anche per i successivi collegamenti internazionali– commenta il Presidente Patroni Griffi. Le merci giunte a Brindisi attraverso navi Ro-Ro, infatti, proseguirebbero il loro viaggio su ferro fino ai porti di Salerno, Napoli e Civitavecchia, per poi raggiungere la Spagna, la Francia ma anche la Tunisia e il Marocco o via gomma o ferro verso l’Europa centrosettentrionale”

 

Oltre ad imprimere un significativo slancio allo sviluppo economico dei territori interessati, il progetto si connota per la sua ecosostenibilità– commenta il Console Pinar Bolognini. Attualmente, le merci esportate dalla Turchia raggiungono, prevalentemente, il porto di Trieste per poi, su gomma, percorrere oltre mille chilometri per poi raggiungere il centro-sud-Italia. Il Governo Turco– conclude il Console- ritiene le Istituzioni nazionali italiane e quelle locali di Bari e Brindisi alleati strategici importantissimi per l’elevata dotazione infrastrutturale di cui dispongono i territori.”

Per consolidare tali sinergie e determinare nuovi progetti di sviluppo è stata già calendarizzata una convention, che si terrà presso il porto di Brindisi, promossa da AdSP MAM, Turkish Airlines di Bari e Consolato Turco di Brindisi. All’evento parteciperanno rappresentanti dei Governi, Italiano e Turco, e delegazioni imprenditoriali dei due Paesi.

MDF, 13 dicembre 2018

DiMaria Di Filippo

L’AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE TRA I LOOP PORTS, UN NETWORK EUROPEO FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE NEI PORTI.

Il presidente, Ugo Patroni Griffi, ha formalizzato l’adesione dell’AdSP MAM al network europeo LOOP PORTS, finalizzato a facilitare e promuovere il processo di transizione verso un’economia circolare, attraverso l’introduzione di nuove proposte legislative e misure di sviluppo in diversi settori, quali la produzione, il consumo, la gestione dei rifiuti, il mercato secondario delle materie prime, la promozione della ricerca, lo sviluppo e l’innovazione.

Le aree portuali possono costituire il fulcro ottimale sul quale impiantare un piano di azione di economia circolare– commenta il Presidente- tutti i tipi di rifiuti e di flussi industriali, infatti, confluiscono negli hub logistici, per poi essere smistati nelle destinazioni finali. Per tali ragioni i cluster portuali sono i luoghi ideali per valutare, testare e avviare nuove strategie di economia circolare. Il progetto a cui abbiamo aderito si svilupperà in  due anni di attività con la finalità di agevolare la transizione verso una economia più circolare nel settore portuale, dove i prodotti, i materiali e le risorse non siano considerati rifiuti ma possano diventare modelli di business sostenibili e replicabili in porti con caratteristiche simili. Per quanto riguarda la nostra realtà, conclude Patroni Griffi, potremo ricevere dal network un supporto fondamentale nel processo di riconversione industriale in corso, principalmente, nel porto di Brindisi in un’ottica di consolidamento dell’indotto della blue economy.”

Il progetto “Circular Economy Network of Ports (LOOP Ports)”, che coinvolge 6 Stati membri dell’UE: Spagna, Italia, Francia, Germania, Danimarca e Paesi Bassi, intende promuovere, nel settore portuale, l’economia circolare, attraverso la creazione di una rete che faciliterà lo scambio di informazioni e di esperienze tra i suoi membri, stabilirà contatti tra i differenti stakeholders e creerà sinergie, offrendo diversi strumenti di miglioramento agli attori coinvolti nella comunità portuale.

Il progetto rientra nel programma EU EIT Climate-KIC SGA 2018, una comunità, supportata dall’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia, che lavora per accelerare il processo di trasformazione dell’economia attuale in economia sostenibile, l’innovativo strumento che oltre a garantire impatto zero sul clima e sull’ambiente, produce nuove forme di sviluppo e di crescita.

 

 

 

 

MDF, 12 dicembre 2018