Archivio mensile marzo 2019

DiMaria Di Filippo

“DOCUMENTO DI PIANIFICAZIONE STRATEGICA DEL SISTEMA PORTUALE”: AVVIO DELLE CONSULTAZIONI CON GLI STAKEHOLDERS

Si terrà martedì 2 aprile alle ore 10.30 a Bari, presso la sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale (P.le Cristoforo Colombo, 1), la presentazione dell’attività di consultazione con gli stakeholder del territorio che l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale (AdSPMAM) ha deciso di avviare in vista della redazione del Documento di Pianificazione Strategica del Sistema Portuale (DPSSP) e del Documento di Pianificazione Energetica e Ambientale del Sistema Portuale (DPEASP).

 

Tali documenti rappresentano il primo passo nella composizione del Piano Regolatore di Sistema Portuale (art. 5 bis Legge 84/94 e ss.mm.ii.): attraverso essi, infatti, saranno definite la vision generale sull’assetto del sistema portuale e le linee di intervento che, nel corso dei prossimi anni, riguarderanno i porti di Bari, Brindisi, Barletta, Manfredonia e Monopoli.

 

Auspicio dell’AdSP MAM è pervenire alla redazione di un DPSSP e di un DPEASP fortemente condiviso: per questo, l’AdSP MAM ha deciso raccogliere le istanze e le aspettative degli stakeholder del territorio, con riferimento allo sviluppo del sistema portuale.

 

Le consultazioni, al netto dei tavoli di co–pianificazione con i singoli Comuni, avverranno in due fasi: in una prima fase, Istituzioni, Imprese e Associazioni che operano sui territori di Bari, Brindisi, Barletta, Manfredonia e Monopoli riceveranno una email con un link di accesso ad un questionario e ad un documento che sintetizza le diverse alternative di adeguamenti strutturali che l’AdSP MAM ha individuato, così che possano esprimere la propria opinione a riguardo.

 

In una seconda fase, verranno organizzati degli incontri sul territorio per discutere le esigenze più significative che saranno emerse dai questionari.

 

Al fine di organizzare al meglio le attività e a garantire la totale trasparenza delle consultazioni, l’analisi delle opinioni e delle istanze degli stakeholder sarà coordinata dalla società Troisi Ricerche srl (www.troisiricerche.net), specializzata in ricerche sociali, di mercato e sondaggi di opinione.

DiMaria Di Filippo

UN NUOVO E FUNZIONALE TERMINAL PASSEGGERI NEL PORTO DI BARI. L’ADSP MAM PRESENTA IL PROGETTO DI FATTIBILITÀ TECNICA ED ECONOMICA.

Questa mattina nella sala conferenze dell’AdSP MAM, sede di Bari, il presidente, Ugo Patroni Griffi, e il direttore del Dipartimento Tecnico, Francesco Di Leverano, hanno illustrato il progetto di fattibilità tecnica ed economica “Proposta per un edificio da adibire a terminal passeggeri sulla banchina 10 del porto di Bari”.

All’incontro hanno partecipato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco della Città Metropolitana, Antonio Decaro, Bernardo Notarangelo, direttore Coordinamento Politiche Internazionali della Regione Puglia.

 

Si tratta di una struttura, moderna e funzionale, che si svilupperà su una superficie di 3.200 mq sulla banchina 10 del porto, per un importo complessivo di circa 5 milioni di euro.

 

 

 

 

 

 

La realizzazione di un nuovo terminal passeggeri – commenta il presidente Patroni Griffi- arricchirà la già ampia gamma di servizi offerti dal porto di Bari, che in questi anni si è imposto come uno degli scali polifunzionali più importanti in Italia e porta di collegamento con i Paesi dell’Est europeo e del Medio Oriente. Il mercato, specie quello crocieristico, detta regole ben precise a cui bisogna assolutamente adeguarsi per non restare indietro,- continua il Presidente. Le compagnie scelgono i porti sulla base di parametri ben precisi, come la presenza di strutture di accoglienza funzionali, moderne e dotate di tutti i confort. Con la costruzione del nuovo terminal- conclude Patroni Griffi– rafforziamo significativamente e strategicamente l’offerta Bari nei mercati italiani ed esteri.”

 

Questo progetto è la sintesi di un lavoro di valorizzazione e di organizzazione del nostro sistema portuale che rappresenta un’opportunità per la nostra città– commenta il sindaco Decaro. Bari può diventare un importante punto di riferimento per il trasporto di merci e passeggeri del Mediterraneo. La riqualificazione dell’area del terminal passeggeri e della banchina 10 del porto ci permetterà di migliorare i servizi a terra per i passeggeri dei traghetti e delle crociere sulla darsena di ponente. Nel frattempo– conclude il Sindaco- procedono i progetti già finanziati delle altre infrastrutture a supporto dello sviluppo portuale tra cui il porto turistico, il molo San Cataldo e la Camionale che collegherà il porto con l’interporto e il nuovo casello autostradale.”

 

La Regione Puglia ha presentato insieme all’Autorità portuale un progetto Interreg, fatto con altre regioni europee per il rafforzamento dell’attività crocieristica del porto di Bari- dichiara il presidente Emiliano. Questo secondo terminal consentirà l’attracco di cinque navi da crociera contemporaneamente, sono navi gigantesche. È un lavoro che deve essere fatto anche negli altri porti pugliesi. Abbiamo assolutamente bisogno di spingere il traffico crocieristico, di trattenerlo e di dotare i nostri porti di quelle comodità che servono a migliorare l’accoglienza e a far decidere le compagnie a rimanere più di qualche ora o qualche giorno. Questo significherebbe far cambiare in meglio i fatturati di centinaia di aziende. Naturalmente, –continua Emiliano– le nostre infrastrutture sono a bassissimo impatto ambientale, cerchiamo di limitare al massimo il peso sulla natura di quello che facciamo. Tutto questo è il successo di Puglia 365: la Puglia deve ospitare turisti tutto l’anno, le crociere si fanno tutto l’anno e non solo d’estate e sono importantissime per distribuire il carico turistico assieme agli eventi culturali. E’ una strategia che perseguiamo con grande determinazione che può essere replicata in tutte le città che hanno porti e che devono competere tra di loro per conquistare questi importanti finanziamenti.”

 

            “I finanziamenti provengono dal progetto Interreg Grecia Italia,- dichiara il direttore Notarangelo–  utilizzando risorse che a volte si rischiano di perdere, ma che noi non perdiamo mai. Per fare riferimento alla via della Seta, sicuramente l’Albania attraverso il porto di Durazzo ha interesse ad aprire nuove vie di comunicazione. E’ arrivato anche il momento di riaprire il discorso del Corridoio 8 che era stato messo da parte, attivando uno studio di fattibilità serio che ci ricolleghi a quei territori.”

Attualmente, l’accoglienza ai passeggeri viene effettuata presso prefabbricati e tensostrutture, indipendentemente dalle condizioni climatiche. Per la durata dei lavori tali strutture verranno spostate in un’area limitrofa, dello stesso molo, in maniera tale da consentire il normale funzionamento dei servizi ai passeggeri.

Al piano terra, che si estenderà su una superficie coperta di 2.200 mq e 400 mq di porticato aperto, sarà localizzata la hall di ingresso, all’interno della quale saranno sistemati 10 desk “meet&greet” destinati all’accoglienza e alla registrazione dei passeggeri, e una sala d’attesa. Nell’area di imbarco, i controlli di sicurezza saranno effettuati da apparecchiature di ultima generazione: apparati radiogeni (scanner e rx) e portali magnetici per la rilevazione di metalli. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di un’area per il drop-off (ricezione dei bagagli); una sala deposito bagagli (circa 600 mq), accessibile ai passeggeri direttamente dalla banchina; aree servizi destinate alle forze dell’ordine; servizi igienici e diversi uffici.

Il piano primo, di una superficie complessiva di 950 mq, sarà costituito da un’ampia sala di attesa, provvista di un bar con tavolini interni ed esterni posti sulla terrazza “Piazza del Mare”. La piazza, nelle intenzioni dell’AdSP, potrà essere utilizzata dalla cittadinanza come foyer per eventi, conferenze, incontri, in quanto l’are di attesa interna al terminal può essere trasformata, all’occorrenza in una sala polifunzionale.

 

Presentazione terminal 10 26 marzo 2019

 

 

MDF, 26 marzo 2019

DiSimone Muya

“Procedura aperta_Porto di Bari. Intervento urgente di fornitura e posa in opera di n. 8 parabordi cilindrici delle dimensioni 1600x800x1800 presso le banchine 17 e 18 del I braccio del molo foraneo della darsena di levante” [CIG 7837575B7C – C.U.P B97I19000160005]

Con Determina Presidenziale n. 32 del 29.01.2019 è stata avviata la procedura di gara telematica , ai sensi degli artt. 60 e 95 c. 6 del d.lgs. 50/2016, relativa a:  “Porto di Bari. Intervento urgente di fornitura e posa in opera di n. 8 parabordi cilindrici delle dimensioni 1600x800x1800 presso le banchine 17 e 18 del I braccio del molo foraneo della darsena di levante”

[CIG 7837575B7C – C.U.P B97I19000160005]

Importo complessivo d’appalto: € 97.388,18, di cui € 94.388,18 per lavori (soggetti a ribasso) e € 3.000,00 per oneri per la sicurezza (non soggetti a ribasso) non imponibile I.V.A.;

Durata dell’appalto: L’appalto ha durata di 45 giorni naturali e consecutivi dalla data di sottoscrizione del contratto.

Criteri di aggiudicazione: L’aggiudicazione avviene con il criterio dell’Offerta del minor prezzo ai sensi dell’articolo 95, comma 4 del Codice con esclusione automatica delle offerte anomale.

  • Termine per il ricevimento delle offerte30/04/2019, ore 10:00
  • Termine per il ricevimento quesiti18/04/2019, ore 10:00
  • Apertura delle offerte30/04/2019, ore 12:00

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare all’indirizzo https://gare.adspmam.it/  

Il responsabile del procedimento è il dott. ing. Francesco Di Leverano.

 

Allegati:

Determina Presidenziale 32 del 29.01.2019

Disciplinare di gara Parabordi rev02 sm

Schema di contratto

all. A_BA_PARABORDI- istanza di partecipazione + impegno RTI

all. A1 _ BA _ PARABORDI -SOA

all. B_ BA_PARABORDI – dichiarazioni

all. C_BA _ PARABORDI – Patto d’integrità

Analisi dei prezzi

Capitolato Speciale d’Appalto

Computo Metrico Estimativo

Elaborati progettuali_Tavola_1

Elaborati progettuali_Tavola_2

Elenco prezzi Unitari

Relazione Generale

Relazione Istruttoria

Verbale validazione

chiarimento 24.04.2019

Avviso per spostamento apertura offerte

elenco ammessi esclusi

DiMaria Di Filippo

DA MERCOLEDI’ 3 APRILE INIZIA IL TOUR PUGLIESE PER LA PROIEZIONE DEL DOCUFILM “TRANSATLANTICO REX: NAVE N°296”, CON IL PATROCINIO DI ADSP MAM

Fermamente convinto che la storia oltre ad essere “maestra di vita” abbia  anche un ruolo fondamentale nel determinare un senso di identità personale e nazionale nel cittadino, il presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi, ha concesso il patrocinio morale dell’Ente al Tour Pugliese di “TRANSATLANTICO REX: Nave n°296”, il film documentario di Maurizio Sciarra, realizzato alla Blue Film, in associazione con Istituto Luce – Cinecittà Ligurian Ports Alliance  Mediateca Regionale Ligure.

Si parte Mercoledì 3 aprile alle 20.30  nel cinema Opera di Barletta, dove il segretario generale dell’AdSP MAM, Tito Vespasiani, interverrà in un dibattito di presentazione del documentario. Il film, poi,  sarà proiettato il 4 alle 20.30 al DB d’Essai  di Lecce. Il presidente dell’Ente portuale Patroni Griffi, relazionerà nel dibattito che precederà la proiezione di venerdì 5 alle 20.45, al Galleria di Bari. Ultima tappa pugliese, 7 aprile alle 19.00 nell’Auditorium Santa Chiara di Foggia.

Quattro appuntamenti tutti alla presenza del regista, che racconterà al pubblico l’avventura della realizzazione del film, i tanti incontri e retroscena delle immagini

Nel film la storia straordinaria della più grande nave della storia d’Italia. Un mito dei mari, dal porto di Genova all’America, da Fellini alle rare immagini dell’Archivio Luce, dalle testimonianze di chi c’era a bordo a chi lo ha visitato sott’acqua, dall’affondamento in guerra alla riscoperta dei sui tesori.

Solo 8 anni di vita, ma una leggenda che dura intatta da oltre 80 anni.

Una delle più grandi avventure di un Paese di mare, come è l’Italia, mai raccontate, arriva ora in un film con la potenza delle immagini del passato e la ricostruzione storica, emotiva, fisica di chi vi ha preso parte. È l’avventura del Transatlantico Rex, la leggendaria nave della Marina italiana varata nel 1931 dai cantieri Ansaldo, un prodigio di tecnica e lusso, una macchina industriale che coinvolse migliaia di uomini e rappresentò un vanto non soltanto per il regime fascista, ma per tutta l’industria italiana. Un mito sopravvissuto alla sua esistenza fisica, durata appena 8 anni, tanti viaggi tra Europa e America, migliaia di passeggeri con storie diverse, il Nastro Azzurro ottenuto nel 1933 con il record di traversata dei due Continenti. Fino alla fine, l’approdo in disarmo nel porto di Trieste e il viaggio finale a Capodistria, dove la RAF inglese bombardò, affondandolo, un simbolo della modernità e della potenza marinara italiana.

Una storia che racconta una temperie, una grandiosa impresa industriale, un momento in cui l’Italia dimostrò al mondo – oltre le convenienze comunicative della propaganda del duce – un saper fare, progettare, costruire, che tutt’oggi rimane, con la cantieristica navale che ha ritrovato il suo posto nel mondo, un vanto della capacità industriale italiana. E soprattutto una storia di avventure, ricchissima di memorie, scoperte, ricostruzioni storiche e sogni individuali.

IL FILM

Il film racconta la storia del Rex, il transatlantico più famoso e ricco di leggenda della marina italiana, che giunge dopo più di 80 anni dal suo varo, e dai primi viaggi verso New York. Una vita breve, solo 8 anni, di cui due passati in disarmo nel porto di Trieste, e poi il viaggio finale verso Capodistria, dove, l’8 settembre 1944, un aereo della RAF affondò la nave simbolo della modernità e della potenza marinara italiana.

Soltanto 8 anni, ma anni che hanno creato un mito che è giunto inossidabile fino a noi. Anche perché il Rex inaugurò un nuovo modo di viaggiare per mare. Capace di ben 2022 posti per passeggeri, il Rex fu pensato per permettere ai viaggiatori, ma soprattutto a quei fortunati 378 che viaggiano in prima classe, di fare sport, di divertirsi, di fare vita mondana, di ballare al suono di una vera e propria orchestra.

Insomma, è con il Rex che nascono le crociere moderne. Ma la nave racconta anche degli ospiti della terza classe. Le navi, il Rex in particolare, erano una sorta di metafora di quella divisione per classi, per censo, per bisogni sociali differenti che era la società. Come nella vita reale, tra loro impenetrabili. Per molti il Rex rappresentò il riscatto sociale, la ricerca di un benessere che l’Italia non sembrava loro concedere. La realizzazione di un sogno differente da quello dei “passeggeri di prima” ma pur sempre un sogno. E come un sogno, ma che pare vero, la immortalò Federico Fellini in una delle scene più celebri di tutto il suo cinema, in Amarcord.

A fare da Virgilio in questo tesoro di storia e memorie, Maurizio Eliseo, il massimo storico della navigazione italiana, facendoci entrare pian piano nel transatlantico, ricostruendo non soltanto la sua storia, ma il clima che ci si respirava a bordo, le vicende dei suoi passeggeri.

Attraverso il ricco materiale di archivio dell’Istituto Luce e le immagini inedite presenti negli archivi privati di testimoni e appassionati rivivono le tappe della costruzione e dei viaggi del transatlantico. Immagini note e meno note, fino a quelle inedite del bombardamento, scattate dai piloti che l’hanno compiuto.

E ancora le testimonianze, come quella straordinariamente suggestiva di Ezio Starnini, l’ultimo superstite, un signore quasi centenario che all’epoca del primo viaggio era un giovanissimo ascensorista. E quella di Fabio Testi, ingegnere e figlio del marittimo che più a lungo ha viaggiato sulla nave. O quelle di chi, in anni più recenti sul versante di costa sloveno, si è immerso alla scoperta dei tesori sopravvissuti nello scafo inabissato nelle acque.

 

Si ripercorre così il percorso che alcuni degli oggetti più importanti hanno fatto: stoviglie e sedie, tappeti e bicchieri, la campana di prua e le panche della cappella, le planimetrie e i modelli di costruzione delle principali parti meccaniche.

 

È così che il film è l’occasione per fare la conoscenza di quel “popolo del mare” che l’Italia ha così poco raccontato. Un popolo fatto di appassionati, cultori, amanti del mare e della marineria. E che diventa un documentario classico nel senso migliore: ricchissimo di informazioni, personaggi, storia e storie, appassionato e avvincente.

Un film di documenti e di avventure, che si gode come un racconto di fiction e ha invece radici saldate nella storia del paese. E nel suo mito.

 

MAURIZIO SCIARRA

Regista e sceneggiatore, vincitore del Pardo d’Oro al Festival di Locarno nel 2001 con “Alla rivoluzione sulla due cavalli”, realizza film e documentari. È stato per oltre dieci anni aiuto regista di Luigi Comencini.

Attivo nelle associazioni degli autori italiane ed europee, coordinatore dell’associazione 100Autori, che ha contributo a fondare, dal 2013 al 2015 e vicepresidente della Fédération Européenne des Réalisateurs de l’Audiovisuel (FERA) dal 2009 al 2012, membro del consiglio di amministrazione dell’Istituto Luce dal 2006 al 2008, cofondatore della rassegna veneziana “Giornate degli Autori”. Attualmente è presidente della Fondazione Apulia Film Commission.

 

TRANSATLANTICO REX – Nave n° 296

un film documentario di Maurizio Sciarra

Con (In Ordine Di Apparizione)

Sebastian Pelan, Maurizio Eliseo, Paolo Valenti, Fabio Capocaccia, Pierangelo Campodonico, Ezio Starnini, Flavio Testi, Nedjan Kastelic, Slavko Franca, Luigi Merlo, Fausto Carletti, Alberto Imparato, Bernardo Ratti, Marco Ferrari

soggetto e sceneggiatura Maurizio Sciarra consulenza scientifica Maurizio Eliseo

direttore della fotografia Federico Annicchiarico montaggio Letizia Caudullo

musiche Ivan Iusco fonico Edgar Iacolella

una produzione BLUE FILM

In associazione con ISTITUTO LUCE – CINECITTÀ

In collaborazione con LIGURIAN PORTS ALLIANCE, MEDIATECA REGIONALE LIGURE

 

prodotto da Bruno Tribbioli, Alessandro Bonifazi

58’ – Colore, HD 16:9 – Stereo

 

DiMaria Di Filippo

“PROPOSTA PER UN EDIFICIO DA ADIBIRE A TERMINAL PASSEGGERI SULLA BANCHINA 10 DEL PORTO DI BARI”: MARTEDI’ 26 MARZO ALLE 9.30 CONFERENZA STAMPA NELLA SEDE DI BARI DELL’ADSP MAM

Martedì 26 marzo alle ore 9.30 nella sala conferenze dell’AdSP MAM, sede di Bari in via Cristoforo Colombo 1, il presidente, Ugo Patroni Griffi, e il direttore del Dipartimento Tecnico, Francesco Di Leverano, illustreranno il progetto di fattibilità tecnica ed economica “Proposta per un edificio da adibire a terminal passeggeri sulla banchina 10 del porto di Bari”.

All’incontro hanno assicurato la loro presenza il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il sindaco della Città Metropolitana, Antonio Decaro.

 

Sulla banchina n.10 del porto di Bari, infatti, l’AdSP MAM, ha previsto la realizzazione di un nuovo terminal, accogliente, moderno e funzionale al servizio sia del traffico passeggeri sia del traffico crocieristico, il cui trend positivo, nelle stime dell’Ente, sarà ulteriormente alimentato grazie al miglioramento delle strutture ricettive e dall’offerta di nuovi servizi portuali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MDF, 22 marzo 2019

DiVeronica Gagliano

Fornitura del servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto per il personale dell’ AdSP MAM – adesione alla convenzione stipulata tra Consip s.p.a. e la ditta “Sodexo Motivation Solutions Italia Srl.” (P.I. 05892970152)

Si avvisa che, con Determina del Presidente n. 77 del 08.03.2019, si è provveduto ad aderire alla convenzione per la “Fornitura del servizio sostitutivo di mensa – mediante buoni pasto – per le Pubbliche Amministrazioni, ai sensi dell’art. 26, Legge 23 dicembre 1999, n. 488 s.m.i. e dell’art. 58, Legge 23 dicembre 2000 n. 388 – Edizione 8 – LOTTO 10” dal fornitore, individuato tramite gara indetta da CONSIP e denominato “SODEXO MOTIVATIONS SOLUTIONS ITALIA s.r.l.“ con sede in Milano alla Via Gallarate, 200 – P.I. 05892970152, per una somma complessiva di € 43.680,00 oltre IVA di legge.

 Il responsabile del procedimento è il dott. Amilcare PERUGINO

CIG: 7831069293

Determina 77 del 8.3.2019_trasparenza

DiVeronica Gagliano

Porto di Brindisi. Stagione croceristica 2019. Approdi della mn MSC MUSICA alla Banchina Carbonifera. Affidamento del noleggio e del servizio di movimentazione di n. 2 pontoni galleggianti

Porto di Brindisi. Stagione croceristica 2019. Approdi della mn MSC MUSICA alla Banchina Carbonifera. Affidamento del noleggio e del servizio di movimentazione di n. 2 pontoni galleggianti ai sensi dell’art. 63, comma 2, lett. b) n.2 del d.lgs. 50/2016, alla società F.lli Barretta s.r.l. con sede in via Thaon de Revel, 33 – 72100 Brindisi C.F. e P.Iva 00060540747.

Importo complessivo dell’affidamento del servizio: € 43.600,00 non imponibile I.V.A. e precisamente: €. 21.600,00 per il noleggio di n. 2 pontoni, €. 22.000,00 per la movimentazione.

R.U.P.: Dott. Aldo Tanzarella.

Documentazione:

Determina P n. 76 del 8.03.2019

Avviso per Aggiudicazione Pontoni

DiVeronica Gagliano

“Porto di Brindisi. Affidamento in concessione del servizio di rifornimento idrico alle navi per il periodo aprile 2019 – marzo2020” [CIG 782657887A]

Si avvisa che con Determina del Presidente n. 79 del 08.03.2019 è stata avviata la procedura per l’affidamento in concessione del servizio di rifornimento idrico alle navi nel porto di Brindisi per un periodo di mesi 12 (1° aprile 2019 – 31 marzo 2020), con possibilità di eventuale estensione alla scadenza, per ulteriori mesi 2.

L’affidamento in concessione si svolgerà ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. b) del D.Lgs. n. 50 del 2016, previa indagine esplorativa tra le imprese portuali autorizzate a operare nel porto di Brindisi ai sensi dell’art. 16 della legge n. 84/1994 e s.m.i. (ad esclusione dei concessionari ex art. 18).

L’offerta al ribasso dovrà prescindere dal dato globale quantificato in un importo presunto di € 180.000,00 (euro centottantamila/00) ed essere espressa con un’unica percentuale comune, da applicare a tutti gli importi tariffari indicati nel disciplinare prestazionale.

Termine per il ricevimento delle offerte: 25.03.2019 ore 11:00.

Gli atti di gara sono disponibili al seguente link: https://aplevante.etrasparenza.it/archivio11_bandi-gare-e-contratti_0_453072_875_1.html

RUP: dott. Aldo Tanzarella

 

Documentazione

Determina P. n. 79_8.03.2019

Disciplinare prestazionale e tariffe

Documento unico valutazione rischi

TAV. 01 – Planim. Settore 01

TAV. 02 – Planim. Settore 02

TAV. 03 – Planim. Settore 03

Nomina Seggio di Gara

Determina P. n. 106 del 25.03.2019_nomina seggio di gara

Avvisi

Avviso apertura offerte

Avviso ex art. 29

Aggiudicazione

Determina P. n. 110 del 26.03.2019_aggiudicazione;

Avviso stipula contratto.

 

DiVeronica Gagliano

“PORTI DI BARI E BRINDISI. MACCHINE RADIOGENE DEDICATE ALLE ATTIVITA’ DI MARITIME SECURITY” CIG [7813611BC4] – RdO APERTA su MePA

Si avvisa che, con Determina del Presidente n. 73 del 26.02.2019, è stata indetta la procedura negoziata in economia ai sensi dell’art.36 c.2 D. Lgs. 50/16 tramite RdO aperta a qualsiasi Fornitore del Mercato Elettronico (previa Abilitazione al Bando/Categoria: Veicoli e Forniture per la Mobilità) su https://www.acquistinretepa.it/opencms/opencms/, relativa a: “PORTI DI BARI E BRINDISI. MACCHINE RADIOGENE DEDICATE ALLE ATTIVITA’ DI MARITIME SECURITY” – CIG [7813611BC4].

L’importo complessivo a corpo a base d’asta della fornitura ammonta ad 410.750,00 (quattrocentodiecimilasettecentocinquanta/00) oltre IVA.

  • il termine ultimo per la presentazione dell’offerta è fissato al 21.03.2019 ore 10:00,00;
  • il termine per la presentazione dei chiarimenti, esclusivamente attraverso la piattaforma telematica MePA è fissato al 14.03.2019 ore 10.00,00.
  • L’apertura delle offerte è fissata al 21.03.2019 ore 10:30,00;

 Il responsabile del procedimento è il dott. Aldo TANZARELLA

DOCUMENTAZIONE

Determina Presidente n. 73 del 26 02 2019_Trasparenza_new

disciplinare RdO 

CSA 

Mod. 1_ autodichiarazioni ex art. 80 dlgs 50 2016

Mod. 2 _Modello dichiarazione

TRACCIABILITA’ FLUSSI FINANZIARI 

Patto d’integrità AdSP

CHIARIMENTI

Chiarimenti al 15 03 2019

NOMINA SEGGIO DI GARA

Determina 98 DEL 21 03 2019_NOMINA SEGGIO DI GARA_trasparenza

ELENCO AMMESSI/ESCLUSI DEL 21.03.2019

ELENCO AMMESSI ESCLUSI Rdo MePA

AVVISO DI RETTIFICA ELENCO AMMESSI/ESCLUSI 

ELENCO AMMESSI ESCLUSI Rdo MePA – rettificato

AVVISO ESITO RdO DEL 11.04.2019

ESITO Rdo MePA