Archivio dei tag #crociera

DiMaria Di Filippo

BOOM DI NAVI DA CROCIERA NEI PORTI DELL’ADSP MAM, NELLA STAGIONE IN CORSO: PROGRAMMATE 10 TOCCATE DI NAVI LUSSO NEL PORTO DI MANFREDONIA.

Si arricchisce la stagione crocieristica nei porti dell’Adriatico meridionale. Nei giorni scorsi, a Manfredonia, sono stati programmati nuovi accosti per un traffico che, nello scalo sipontino, si prospetta in significativa crescita.

A partire dal 27 luglio, infatti, farà tappa la nave Passenger (Cruise) Ship, Arethusa, a bordo ospita circa 50 passeggeri. Arethusa, prima classificata nel settore delle piccole navi da crociera, toccherà Manfredonia quattro volte.

Inoltre, la società armatrice, la Grand Circle Cruise Line Small Ships Management Limited, ha deciso, di testare Manfredonia, quale meta crocieristica, anche con l’altra ammiraglia: l’Artemis, per la quale sono stati programmati 6 scali, a partire da giovedì 2 agosto.

Nave gemella di Arethusa, anche Artemis appartiene alla classe lusso, lunga 60 metri è tra le migliori della categoria “boutique”, caratterizzata da piccola stazza ma dotata di 26 lussuose cabine per un numero contenuto di passeggeri.

Con i nuovi approdi programmati, commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi, nei nostri porti raggiungiamo il record di ben 300 approdi. Un risultato considerevole, frutto di un significativo lavoro di promozione del territorio e di un’intelligente opera di infrastrutturazione dei nostri scali, che vantano, anche, un sistema di servizi efficiente e apprezzato.” “La presenza di ben due santuari, venerati e conosciuti in tutto il mondo cattolico, costituisce per Manfredonia un ulteriore appeal sul quale dobbiamo puntare per attrarre sempre più le piccole navi da crociera lusso.”

Nell’Ente portuale, intanto, si sta lavorando per l’allestimento della stagione 2019. La Grand Circle ha già confermato il proprio interesse per Manfredonia, comunicando di aver messo in programmazione circa 24 scali.

 

 

 

MDF, 18 maggio 2018

DiMaria Di Filippo

DUPLICE ACCOSTO DI NAVI DA CROCIERA NEI PORTI DI BARI E BRINDISI: BILANCIO POSITIVO PER IL SISTEMA DI ACCOGLIENZA PREVISTO DALL’ADSP MAM.

 

La macchina organizzativa predisposta dall’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale ha dimostrato piena efficienza, ieri, in occasione del duplice accosto di navi da crociera negli scali portuali di Brindisi e Bari. Circa diecimila turisti, tra crocieristi ed equipaggi, si sono riversati sul territorio, accolti da servizi di alta qualità, omogenei, professionali e integrati predisposti dall’Ente portuale nei propri porti di competenza. Decisamente migliorata l’offerta connessa all’erogazione dei servizi on-desk di informazione e assistenza ai turisti in transito, grazie all’accordo, sottoscritto il mese scorso con Pugliapromozione (Agenzia regionale del turismo), finalizzato a potenziare l’azione di accoglienza.

   

Bari: è stata ormeggiata al molo 13-14 Costa Deliziosa, mentre ha occupato la banchina n.10 Costa Luminosa. Le due navi ammiraglie della prestigiosa compagnia italiana provenivano entrambe da Venezia, la prima era diretta verso Corfù, la seconda verso il porto del Pireo. Lo scalo nel capoluogo di Regione è stato particolarmente apprezzato dai crocieristi che, appena sbarcati, hanno potuto ammirare la mostra “Biomi dal mondo. La biodiversità di un tesoro da tutelare”, allestita nel terminal crociere. Nel percorso della mostra/progetto, che sarà visitabile fino al 22 giugno, sono esposti 10 acquari e 10 terrari in cui vengono ricostruiti biotopi naturali, terrestri e acquatici (marini e d’acqua dolce). Numerosi i passeggeri che si sono riversati nel centro storico, i quali hanno avuto modo di visitare il borgo, la basilica di San Nicola e la cattedrale. Tutte le operazioni di imbarco e sbarco, trasporto bagagli e passeggeri, nonché i controlli di security per i 5324 passeggeri sono state svolte rapidamente e in sicurezza.

Brindisi: anche a Brindisi doppia presenza sul fronte delle crociere. Due navi attraccate in contemporanea, la Celestyal Olimpia, con 650 passeggeri e 550 membri dell’equipaggio, proviene da Kotor diretta a Siracusa. E, come ogni lunedì, Msc Musica, con 3750 persone a bordo, 2.822 croceristi e 932 componenti dell’equipaggio. Approfittando della calda giornata primaverile, centinaia di turisti hanno scelto di restare in città per vistare il centro storico, grazie alle preziose informazioni fornite dallo staff dell’info-point allestito dall’AdSP MAM. I   300 passeggeri che hanno scelto Brindisi come porto di partenza per la loro crociera sono stati accolti e controllati nel Brindisi Cruise Terminal, struttura moderna dotata di tecnologie d’avanguardia, tra cui uno scanner che consente di controllare in maniera celere ed efficiente i bagagli dei passeggeri.

Durante la stagione crocieristica in corso- commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi – saranno numerose le giornate in cui in entrambi i porti vi sarà la contestuale presenza di navi da crociera. Stiamo continuando a lavorare per contribuire a promuovere l’attrattività della Puglia come destinazione turistica, con l’obiettivo di destagionalizzare domanda e offerta per un turismo che duri tutto l’anno.

 

MDF, 24 aprile 2018

 

DiMaria Di Filippo

BARI, TERMINAL CROCIERE DEL PORTO: DOMENICA 22 APRILE ALLE ORE 10.00 L’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA PROGETTO “BIOMI DAL MONDO. LA BIODIVERSITÀ DI UN TESORO DA TUTELARE”

            Domenica 22 aprile alle ore 10.00 nel Terminal Crociere del porto di Bari (secondo piano), verrà inaugurata la mostra “Biomi dal mondo. La biodiversità di un tesoro da tutelare”.

L’iniziativa, voluta dall’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale e dall’Associazione culturale C.A.E.B. (Club Acquarologico Erpetologico Barese), ha quale obiettivo la sensibilizzazione della popolazione, principalmente il mondo studentesco, sui temi della biodiversità e della conoscenza degli organismi acquatici e terrestri, tipici delle differenti regioni del pianeta.

Nel percorso della mostra/progetto, che sarà visitabile fino al 22 giugno, sono esposti 10 acquari e 10 terrari in cui vengono ricostruiti biotopi naturali, terrestri e acquatici (marini e d’acqua dolce) per consentire al visitatore di avere un’esatta percezione dei diversi sistemi biologici della ricchezza e delle varietà delle forme viventi e dei delicati equilibri che si instaurano tra le differenti specie animali e vegetali del globo terracqueo.

Vogliamo che il porto sia sempre più parte integrante del tessuto connettivo sociale e del cuore urbano della città, commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi, dismettendo definitivamente il ruolo di appendice periferica. Abbiamo scelto utilizzare le aree del Terminal Crociere per consentire, anche, ai numerosi crocieristi in arrivo e partenza di ammirare la mostra/progetto; un’ulteriore offerta turistica che renderà maggiormente attrattivo il nostro scalo. Una mostra di natura viva che deve insegnare, soprattutto alle giovani generazioni, l’importanza che può assumere ogni singolo atto di tutela e di miglioramento rivolto alla difesa del patrimonio naturalistico.”

L’esposizione è suddivisa in quattro sezioni principali:Ambiente marino (mediterraneo e tropicale);

Ambiente d’acqua dolce, con biotopi tipici dei diversi continenti; Ambiente rivierasco o di transizione acqua-terra; Ambiente terrestre, con biotopi di foresta temperata e pluviale, e delle regioni aride e deserticole.

Pannelli didattici di grande formato, riccamente illustrati e con descrizioni in italiano e in inglese, forniscono maggiori dettagli delle tematiche in mostra.

L’iniziativa, peraltro, fungerà anche da termometro per verificare l’interesse della collettività su tali tematiche– conclude Patroni Griffi. Se la mostra riscuoterà il successo che auspichiamo, potremmo convocare un tavolo istituzionale con Regione, Città metropolitana e Comune di Bari che valuti la fattibilità di realizzare un museo dedicato al mare.”

 

Nell’ambito dell’iniziativa, è previsto un ricco programma di incontri con gli insegnanti per la presentazione di nuove proposte didattiche.

 

Tutte le informazioni possono essere attinte sul sito internet: www. acquariodibari.it.

 

MDF, 17 aprile 2018

DiMaria Di Filippo

Potenziamento dell’accoglienza turistica e valorizzazione della Puglia: AdSP MAM  e Puglia Promozione sottoscrivono un accordo di cooperazione pubblico- pubblico

   Nel pomeriggio di ieri, il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il direttore di Aret Pugliapromozione (Agenzia regionale del turismo), Matteo Minchillo, hanno sottoscritto un accordo di cooperazione  pubblico- pubblico finalizzato a potenziare in maniera decisa e coordinata l’azione di accoglienza turistica. Attraverso specifiche attività progettuali in grado di supportare lo sviluppo di modelli turistici innovativi e sostenibili e azioni funzionali alla costituzione di un quadro organico nei rapporti pubblico-pubblico e pubblico-privato si punterà a incrementare il numero di arrivi e presenze turistiche negli scali portuali.

Attraverso l’accordo, si intende fornire un servizio di accoglienza omogeneo, professionale e integrato nei porti di Bari, Brindisi, Barletta, Manfredonia e Monopoli in previsione del sensibile incremento dei flussi crocieristici previsto per gli anni 2018 e 2019.  A tal fine L’AdSP MAM e Pugliapromozione svilupperanno un’azione sinergica di potenziamento della brand identity e di miglioramento dell’offerta connessa all’erogazione dei servizi on-desk di informazione e assistenza di turisti in transito.

Oltre a fornire ai turisti servizi di alta qualità- commenta il presidente Patroni Griffi- la nostra azione contribuirà a promuovere l’attrattività della Puglia come destinazione turistica, con l’obiettivo di destagionalizzare domanda e offerta per un turismo che duri tutto l’anno.

Già nei prossimi giorni, atteso l’imminente inizio della stagione crocieristica, verranno installati info-point turistici conformi agli standard minimi funzionali ed estetici della rete regionale.

L’accordo  ha una durata di tre anni ed è rinnovabile esclusivamente su espressa volontà delle parti.

 

 

MDF, 23 marzo 2018

DiMaria Di Filippo

Corridoi logistici, tecnologia, università: le AdSP del mare Adriatico meridionale e del Tirreno centrale preparano una missione in Israele, dopo il proficuo incontro con i rappresentanti del governo israeliano avvenuto ieri a Bari.

Lunedì 19 marzo, negli uffici di Bari, il presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi, ha ricevuto il ministro consigliere agli Affari Economici dell’Ambasciata Israeliana, Sharon Kabalo, accompagnata dal console onorario di Israele, Luigi De Santis.

Nel corso del proficuo incontro, è emersa una chiara sinergia di intenti con riferimento all’avvio di collaborazioni con i porti e gli operatori portuali di Israele ed è stata evidenziata l’importanza della posizione geograficamente strategica degli scali portuali dell’Adriatico meridionale e della Campania quali snodi di congiunzione tra Israele e l’Europa per gli scambi mercantili, tecnologici e logistici.

Il presidente dell’Ente portuale ha messo in luce le numerose opportunità che tali scambi possono addurre ai nostri porti, in termini di potenziamento dei traffici marittimi, di innovazione tecnologica e di collegamenti logistici. “Il governo israeliano attribuisce grandissima importanza al settore portuale, considerando che il 99% in volume e l’80% in valore dell’import – export del Paese avviene via mare– commenta Patroni Griffi. Gli effetti positivi per i nostri porti, determinati una più stretta collaborazione con Israele, sono numerosi e non solo in termini di intensificazione dei traffici marittimi. Israele, continua il presidente, è leader mondiale nell’industria della sicurezza informatica. Negli scali del Paese, sono state sviluppate piattaforme tecnologiche in grado di gestire e coordinare, in massima sicurezza, volumi di traffico enormi e nuove soluzioni digitali di sicurezza informatica. Con il presidente dell’Adsp del Tirreno centrale, Pietro Spirito– conclude Patroni Griffi- stiamo definendo, per la prossima estate, i dettagli di una missione economico- istituzionale in Israele. Incontreremo i manager dei porti di Haifa e Ashod, gli operatori della portualità e della logistica. Proporremo   le nostre infrastrutture e le ZES per puntare allo sviluppo di corridoi logistici, allo scambio di tecnologia, e all’avvio di collaborazioni universitarie.”

Attivare rapporti di collaborazione tra i porti meridionali italiani dell’Adriatico e del Tirreno con il sistema portuale di Israele– commenta il presidente Pietro Spirito- è un elemento di rilevanza strategica per lo sviluppo delle connessioni nel Mediterraneo.”

 

MDF, 20 marzo 2018

DiMaria Di Filippo

Seatrade 2018  AdSP MAM partecipa alla più importante fiera mondiale dell’industria crocieristica con l’obiettivo di potenziare il già fiorente settore.

Una delegazione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, guidata dal presidente Ugo Patroni Griffi, partecipa all’edizione 2018 del Seatrade Cruise Global che si svolge dal 5 all’8 marzo presso il Convention Center di Fort Lauderdale, Florida, nell’ambito della collettiva dei porti italiani – organizzata da Assoporti –  “Cruise Italy, one country many destinations”.

L’Ente portuale ha già pianificato una serie di incontri business-to-business con i principali stakeholders del settore, armatori e responsabili delle compagnie di navigazione, nonché conferenze ed eventi finalizzati a promuovere i porti dell’Adriatico meridionale quale snodo strategico per la rete crocieristica internazionale.

L’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale partecipa al prestigioso evento fieristico, per la prima volta dalla sua istituzione, presentando i propri 5 porti in un’unica offerta, rafforzata da una sinergica collaborazione con PugliaPromozione.

In collaborazione con PugliaPromozione e Apulia Film Commission, infatti, è stato realizzato un video che sarà presentato nel corso di un evento di promozione dedicato alla Puglia e ai principali porti pugliesi.

Vogliamo puntare sempre più sullo sviluppo del mercato crocieristico– commenta il presidente Patroni Griffiper i numerosi effetti positivi che riverbera sull’economia dell’intero territorio. Presentiamo al Seatrade i nostri cinque porti, ricchi di un’efficiente infrastrutturazione e qualificati servizi di accoglienza. Vogliamo rappresentare agli stakeholders che attraverso i nostri scali i turisti possono accedere a un territorio vasto e ricco di interesse storico, architettonico, enogastronomico e anche religioso. Da Manfredonia, porto dal quale si può facilmente raggiungere il santuario di San Giovanni Rotondo (nella stagione crocieristica 2018 sono già stati programmati due approdi), ai porti di Bari e di Brindisi che consentono di raggiungere, in breve tempo le bellezze di Valle d’Itria, Murgia e Salento.”

“L’accordo siglato con Pugliapromozione per una programmazione più strutturata dell’accoglienza che comprende tutti i porti pugliesi rappresenta un primo passo importante per lo sviluppo del mercato crocieristico in Puglia – commenta l’Assessore all’Industria turistica e Culturale della Regione, Loredana Capone Il passo successivo è rappresentato dalla integrazione dei diversi tipi di trasporto e ovviamente dalla corretta informazione e segnaletica multilingue. Hub multimodali ben integrati (aeroporti, terminal crociere, stazioni ecc) e strumenti come la biglietteria integrata, smart card e applicazioni di telefonia mobile, possono aiutare a gestire flussi di visitatori sempre maggiori. In tal modo si rafforza il ruolo del turista, incoraggiando anche il feedback da parte dei turisti per capire meglio sia i problemi che si incontrano che le azioni utili a migliorare la loro esperienza. I porti sono il primo biglietto da visita della Puglia, strategici per invogliare il turista a conoscere le bellezze, la cultura, la enogastronomia che possono incontrare addentrandosi nelle città e nelle aree interne”. 

La proiezione del traffico crocieristico, nella stagione 2018, è di circa 214 accosti nel porto di Bari; 47 a Brindisi; 23 ,peraltro in maggioranza con overnight, a Monopoli e due accosti a Manfredonia che così debutta nel mercato della crocieristica. Insomma, un incremento complessivo di oltre il 60 % di crocieristi e di quasi il 50% di navi rispetto alla passata stagione.

MDF, 05 marzo 2018

DiMaria Di Filippo

Domani, martedì 27 febbraio, al termine della cerimonia di inaugurazione delle nuove aree passeggeri e delle nuove aree operative dell’Aeroporto del Salento di Brindisi, prevista per le ore 11.30 presso lo scalo aeroportuale, il Presidente dell’Adsp MAM, Ugo Patroni Griffi, e il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, firmeranno un protocollo d’intesa finalizzato a implementare intermodalità, sviluppo e innovazione nelle infrastrutture e nei servizi all’utenza.

Attraverso il documento, nello specifico, si intende rendere ulteriormente fruttuosa la già proficua sinergia tra la gestione di Aeroporti di Puglia e quella dei porti dell’Adriatico meridionale.

I punti cardine del protocollo sono: miglioramento dei collegamenti intermodali nave aereo, con l’individuazione dei punti di integrazione per la gestione dei flussi sia dei passeggeri, soprattutto crocieristi, sia delle merci; potenziamento della connettività; condivisione dei programmi di innovazione tecnologica ed efficientamento gestionale; studio e proposizione di modelli operativi innovativi in ordine alle problematiche di safety e security.

Le due gestioni, inoltre, avvieranno attività congiunte di promozione della destinazione “Puglia” nei mercati internazionali per lo sviluppo del turismo  e per l’attrazione degli investimenti.

AdSP MAM e Aeroporti di Puglia, peraltro, studieranno ipotesi di sviluppo di collegamenti viari e configurazioni infrastrutturali e impiantistiche idonee per le attività intermodali, progetti comuni integrati nella programmazione regionale finanziata con risorse comunitarie e nazionali.

 

 

 

MDF, 26 febbraio 2018

DiMaria Di Filippo

Il porto di Bari base operativa delle unità navali maggiori della Guardia Costiera: AdSP MAM e Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto sottoscrivono un protocollo d’intesa.

 

Questa mattina a palazzo di città, nell’ufficio del sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il comandante generale del corpo delle Capitanerie di Porto- Guardia Costiera, ammiraglio ispettore capo Vincenzo Melone, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato alla destinazione di aree e banchine del porto di Bari per la realizzazione di sistemazioni di ormeggio delle unità navali maggiori della Guardia Costiera e di strutture tecniche di supporto.

In virtù di tale accordo, la Guardia Costiera implementerà la propria presenza nello scalo adriatico che fungerà, anche, da base operativa per il Corpo.

Nello specchio acqueo prospiciente località San Cataldo del porto– commenta il presidente Patroni Griffi- la Capitaneria realizzerà nuovi moli, atti ad ormeggiare tre pattugliatori di ultimissima generazione. I benefici di questo accordo per il nostro porto saranno notevoli– prosegue il presidente- su nostra richiesta, infatti, la Capitaneria presterà attività di supporto tecnico-giuridico in applicazione della normativa internazionale e nazionale in materia di safety e security portuale. Verrà, inoltre, rafforzata l’attività di sorveglianza dell’ambito portuale di Bari e la vigilanza marittima delle coste del mare Adriatico meridionale.”

Notevoli, inoltre, le ricadute occupazionali per l’intero territorio, derivanti sia dall’avvio dei lavori di infrastrutturazione del molo, sia dalla presenza delle imbarcazioni di altura che necessiteranno di forniture navali e lavorazioni tecniche.

Gli equipaggi saranno composti da oltre 200 persone– conclude Patroni Griffi- per lo più militari pugliesi che avranno, così, la possibilità di riavvicinarsi a casa e che daranno con le loro famiglie nuova linfa vitale a tutta la zona. Peraltro, la Guardia Costiera ha scelto proprio Bari quale sede per i corsi di formazione finalizzati all’addestramento del personale da imbarcare sulle unità navali del Corpo. Tutto il comparto marittimo, quindi, sarà investito da un nuovo e produttivo fermento di crescita.”

La nuova infrastruttura, infine, favorirà la realizzazione di un approdo turistico per 245 imbarcazioni, compresi 7 accosti per mega-yacht da 25 a 100 metri.

 

 

MDF, 06 febbraio 2018

DiMaria Di Filippo

SOLIDARIETA’ E SPETTACOLO DI BENEFICENZA NEL PORTO DI BARI DEFIBRILLATORE DONATO ALL’AUTORITA’ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE

 

 L’iniziativa è organizzata dall’Associazione “Amici di Cuore Onlus”

 La cerimonia di donazione si svolgerà, nell’ambito di uno spettacolo di beneficenza, giovedì 14 dicembre p.v. alle ore 20:30  nella Sala Convegni del Terminal Crociere Bari, alla presenza del Presidente della Autorità Portuale di Bari, avv. Ugo Patroni Griffi e del Presidente dell’associazione, gen. Carlo Adamo insieme al Consiglio Direttivo dell’Associazione.

L’iniziativa rientra nelle attività dell’associazione che si prefigge di sensibilizzare e stimolare le Istituzioni Pubbliche operanti sul territorio su tematiche inerenti il paziente cardiopatico e nel contempo ricercare le migliori soluzioni a problematiche e criticità riguardanti l’assistenza sanitaria degli stessi. A tale riguardo svolge un’attività di affiancamento e di ascolto ai cardiopatici per il riconoscimento e la tutela dei diritti del malato, nel rispetto delle leggi vigenti.

“Amici di Cuore Onlus” è un’Associazione di Volontariato che opera nel campo delle patologie cardiovascolari, si avvale di un comitato scientifico di medici specialisti e svolge prevalentemente attività di informazione ed educazione sanitaria ai pazienti cardiopatici e non, al fine di migliorare la prevenzione cardiovascolare primaria e secondaria.

Nell’ambito di un progetto di Città Cardioprotetta e di prevenzione dai rischi cardiovascolari e ridurre l’incidenza dei fattori di rischio, l’Associazione –spiega il presidente Adamoche ha già donato nell’ultimo anno quattro defibrillatori ad Istituzioni cittadine, ha ritenuto di donare ad una importante Istituzione Pubblica della città, quale l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, un defibrillatore acquistato con i fondi raccolti tra i propri associati. La cerimonia si inserisce nell’ambito di uno spettacolo di beneficienza con la presenza di numerosi artisti baresi. Il costo del biglietto d’ingresso sarà devoluto all’acquisto di nuovi defibrillatori e alla promozione delle attività di volontariato dell’associazione stessa”.

Ogni giorno, anche nei mesi invernali, – commenta il presidente dell’AdSP Patroni Griffi– dal nostro porto transitano migliaia di passeggeri. La dotazione di un defibrillatore aumenti in maniera esponenziale i già alti parametri di sicurezza garantiti dall’Ente nelle proprie  strutture. Un vero e proprio salvagente che può essere lanciato a chi ne ha bisogno. Ringrazio l’Associazione “Amici di Cuore Onlus” e il presidente Adamo per la grande sensibilità dimostrata. Una città cardio-protetta è un traguardo nobile e di  grande civiltà.”

 

Associazione Amici di Cuore Onlus Bari

Gen. Carlo Adamo   Presidente Associazione

DiMaria Di Filippo

I porti del mare Adriatico meridionale e MSC corroborano la loro intesa e guardano insieme al futuro

Il presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi, e il segretario generale, Salvatore Giuffrè, presenti alla cerimonia di maiden call per MSC Seaside che si è svolta questa mattina a Trieste nel palazzo della Regione Friuli. Presentata la più grande nave da crociera mai realizzata in un cantiere navale italiano, Fincantieri, per conto del gruppo crocieristico guidato da Gianluigi Aponte.

All’evento hanno partecipato i massimi esponenti del cluster marittimo nazionale, rappresentanti istituzionali e politici, nonché i vertici di MSC con i quali il management dell’AdSP ha avuto l’opportunità di confrontarsi sulle strategie finalizzate a intensificare una collaborazione già da tempo avviata. Da anni, infatti, la compagnia crocieristica ha fatto dei porti di Bari e di Brindisi i propri hub, incidendo in maniera considerevole sulle eccellenti performances registrate a chiusura della stagione crocieristica 2017 che ha segnato volumi di crescita importanti.

Un dato di grande rilevanza per l’AdSP , in quanto racconta di servizi, di infrastrutturazione, di organizzazione logistica e di viabilità che funzionano bene e che costituiscono un incontrovertibile appeal per la compagnia armatoriale.

MSC ha assicurato che il proprio interesse nei confronti dei porti dell’Adriatico meridionale, che nel bacino del Mediterraneo rivestono un ruolo strategico nel network crocieristico, continuerà nel tempo. La stagione 2018 è già stata pianificata. A Bari, la compagnia ha già schedulato 48 approdi, a Brindisi 40. Il management dell’AdSP sta lavorando per il 2019.

 

MDF, 30 novembre 2017