Archivio dei tag #sea

DiMaria Di Filippo

VISITA ISTITUZIONALE DI UNA DELEGAZIONE DELL’AUTORITÀ PORTUALE DI HAIFA NEI PORTI DELL’ADSP MAM: OBIETTIVO, SUGGELLARE LE SINERGIE GIÀ INTESSUTE CON ISRAELE. PORTO DI BRINDISI.

Martedì 12 febbraio alle ore 11.30, presso la ex sala Comitato degli uffici di Brindisi, piazza Vittorio Emanuele II, il presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi, incontrerà una delegazione proveniente dall’Autorità portuale di Haifa per consolidare i rapporti di collaborazione già avviati e definire le linee programmatiche di sviluppo tra il porto di Haifa, il secondo scalo marittimo per attività in Israele dopo Ashdod, e il porti del mare Adriatico meridionale. Attraverso il supporto di slides e strumenti audiovisivi, il Presidente e il Management dell’Ente presenteranno agli ospiti il porto messapico, le sue peculiarità infrastrutturali, il nuovo raccordo ferroviario e i progetti in cantiere.

 

Saranno presenti all’incontro la vice sindaco di Brindisi, Elena Tiziana Brigante, e l’assessore alle Attività produttive, Oreste Pinto.

 

L’arrivo a Brindisi degli ospiti è previsto per le ore 10.00. Grazie al supporto del comandante della Capitaneria di porto di Brindisi, C.V. (CP) Giovanni Canu, la delegazione effettuerà una visita guidata del porto, a  bordo di una motovedetta, per consentire di riscontrare l’operatività dello scalo e prendere visione degli spazi portuali.

 

Come detto, alle 11.30 seguirà l’incontro presso la sala Comitato dell’Ente, al quale sono invitati i giornalisti.

 

La visita istituzionale di martedì è la diretta conseguenza della missione effettuata dal Presidente dell’Ente portuale lo scorso giugno, durante la quale i porti dell’AdSP MAM si sono candidati a rivestire un ruolo di porta, per i traffici israeliani, attraverso la quale accedere ai corridoi terresti che conducono nel nord Europa.

 

 

 

 

 

 

MDF, 8 febbraio 2019

DiMaria Di Filippo

L’AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE TRA I LOOP PORTS, UN NETWORK EUROPEO FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE NEI PORTI.

Il presidente, Ugo Patroni Griffi, ha formalizzato l’adesione dell’AdSP MAM al network europeo LOOP PORTS, finalizzato a facilitare e promuovere il processo di transizione verso un’economia circolare, attraverso l’introduzione di nuove proposte legislative e misure di sviluppo in diversi settori, quali la produzione, il consumo, la gestione dei rifiuti, il mercato secondario delle materie prime, la promozione della ricerca, lo sviluppo e l’innovazione.

Le aree portuali possono costituire il fulcro ottimale sul quale impiantare un piano di azione di economia circolare– commenta il Presidente- tutti i tipi di rifiuti e di flussi industriali, infatti, confluiscono negli hub logistici, per poi essere smistati nelle destinazioni finali. Per tali ragioni i cluster portuali sono i luoghi ideali per valutare, testare e avviare nuove strategie di economia circolare. Il progetto a cui abbiamo aderito si svilupperà in  due anni di attività con la finalità di agevolare la transizione verso una economia più circolare nel settore portuale, dove i prodotti, i materiali e le risorse non siano considerati rifiuti ma possano diventare modelli di business sostenibili e replicabili in porti con caratteristiche simili. Per quanto riguarda la nostra realtà, conclude Patroni Griffi, potremo ricevere dal network un supporto fondamentale nel processo di riconversione industriale in corso, principalmente, nel porto di Brindisi in un’ottica di consolidamento dell’indotto della blue economy.”

Il progetto “Circular Economy Network of Ports (LOOP Ports)”, che coinvolge 6 Stati membri dell’UE: Spagna, Italia, Francia, Germania, Danimarca e Paesi Bassi, intende promuovere, nel settore portuale, l’economia circolare, attraverso la creazione di una rete che faciliterà lo scambio di informazioni e di esperienze tra i suoi membri, stabilirà contatti tra i differenti stakeholders e creerà sinergie, offrendo diversi strumenti di miglioramento agli attori coinvolti nella comunità portuale.

Il progetto rientra nel programma EU EIT Climate-KIC SGA 2018, una comunità, supportata dall’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia, che lavora per accelerare il processo di trasformazione dell’economia attuale in economia sostenibile, l’innovativo strumento che oltre a garantire impatto zero sul clima e sull’ambiente, produce nuove forme di sviluppo e di crescita.

 

 

 

 

MDF, 12 dicembre 2018

DiMaria Di Filippo

I PORTI DEL MEZZOGIORNO AL CENTRO DI UN DIBATTITO A BARI ASSOPORTI ACCENDE I FARI SUI PRINCIPALI TEMI CHE RIGUARDANO I PORTI DEL “SUD”

  Si terrà al Terminal Crociere di Bari il prossimo 3 dicembre a partire dalle 9,30 il convegno sui Porti del Mezzogiorno organizzato da Assoporti.

Un programma ricco di interventi che vede la quasi totalità dei Presidenti delle AdSP impegnati nel dibattito che toccherà i temi più rilevanti che riguardano la portualità del Sud Italia. Oltre ai Presidenti, interverranno il sottosegretario Edoardo Rixi (infrastrutture e trasporti) e Andrea Cioffi (sviluppo economico). I saluti istituzionali sono affidati al Presidente della Regione Puglia, al Sindaco del Comune di Bari e al Comandante del Porto.

“Come Assoporti, stiamo lavorando su tutti i fronti, “ ha commentato il Presidente Zeno D’Agostino, “ e la portualità del mezzogiorno va valorizzata. Il nostro convegno ha l’obiettivo di avviare un dibattito importante che proseguirà su tutti i tavoli istituzionali e nelle sedi opportune.”

 

Per partecipare, è necessario registrarsi sul sito www.assoporti.it oppure inviare email a info@assoporti.it

 

 

 

 

 

Per informazioni: t.murgia@assoporti.it

DiMaria Di Filippo

BARI PRIMO PORTO SMART IN ITALIA: IL PRESIDENTE DELL’AdSP MAM RICEVE UN PREMIO DURANTE LA FIERA REMTECH EXPO DI FERRARA.

Bari primo porto smart in Italia. Nell’ambito dell’edizione 2018 della fiera RemTech Expo di Ferrara, evento internazionale specializzato sulle bonifiche, rischi ambientali e naturali, sicurezza, manutenzione, riqualificazione, rigenerazione del territorio, cambiamenti climatici e chimica circolare, in corso di svolgimento in questi giorni, è stato conferito al presidente dell’AdSP MAM, Ugo Patroni Griffi il premio “REMTECH EXPO- SMART PORT AWARD 2018”

L’Ente portuale del Mare Adriatico Meridionale ha puntato molto sulla tecnologia, sviluppando modelli concreti e integrati di innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale, in un quadro d’azione coordinato tra Enti pubblici, organi di controllo e imprese di settore.

Lo scalo portuale, infatti, da anni è supportato dalla consolidata opera della piattaforma telematica GAIA che governa tutte le informazioni che riguardano il trasporto di persone e merci, attraverso l’interoperabilità tra sistemi gestiti da altri enti e condivisi tra tutti i soggetti appartenenti alla comunità portuale.

In questo panorama, inoltre, seguendo paradigmi innovativi come “l’Internet of Things” e i “big data,” si colloca il progetto ISMAEL (Integrated SysteM for the Assessment of Environmental impacts in transport Logistics), un software innovativo sviluppato per l’AdSP MAM dalla DBA Lab  S.p.A. ISMAEL permetterà di effettuare analisi predittive sul livello di emissioni globale nelle aree in esame, consentendo agli attori principali, attraverso l’utilizzo di un DSS (Decision Support System), la programmazione efficace della movimentazione delle merci, la prevenzione dei rischi derivanti dalla congestione del traffico, la riduzione complessiva dell’impatto ambientale rinveniente dalle attività (es. carbon footprint, polveri, radiazioni, ecc).

Nel campo dei dispositivi IoT,- commenta il presidente Patroni Griffi-  il porto di Bari, è, inoltre, il primo in Italia ad aver aderito con altri partner d’eccellenza al progetto BariMatera5G sviluppato congiuntamente da TIM, Fastweb e Huawei per la sperimentazione della nuova tecnologia 5G. Smart Port, monitoraggio ambientale, public safety e turismo sono solo alcuni degli ambiti di applicazione di nostro interesse che saranno rivoluzionati dalla nuova connettività mobile.  Peraltro, abbiamo avviato il percorso per la redazione del documento di pianificazione energetica ed ambientale, in collaborazione con il Distretto Tecnologico Nazionale sull’Energia, che condurrà all’individuazione, in base alle specifiche peculiarità di ciascun porto del sistema, delle azioni da intraprendere per raccogliere la sfida della sostenibilità ambientale, favorendo il passaggio a un’economia a bassa emissione di carbonio e incrementando l’uso delle fonti di energia rinnovabile. Nella giornata della conferenza sui porti – conclude il Presidente-  saremo affiancati anche dall’ARPA Puglia, fondamentale punto di riferimento per tutte le nostre scelte sulle politiche ambientali.”

L’obiettivo prioritario dell’Ente portuale è quello di sfruttare al meglio l’innovazione tecnologica per implementare e ottimizzare i traffici, salvaguardando in maniera efficiente ed efficace l’ambiente.

A tal riguardo, l’AdSP MAM, in vista delle nuove logiche di trasformazione delle aree portuali in veri e propri distretti produttivi off – grid e basso – emissivi e delle nuove disposizioni normative green friendly, ha già avviato attività preliminari di pianificazione generale della propria giurisdizione territoriale in chiave di sostenibilità energetica e ambientale, tema dominante dell’edizione 2018 di RemTech. Il focus è puntato sul tema dell’approvvigionamento e del bunkeraggio del GNL per provare a rispondere in tempo alla nuova sfida che il mercato porrà oramai nel breve periodo.

 

MDF- 20 settembre 2018 

DiMaria Di Filippo

FARA’ TAPPA A BARI L’ENERGY OBSERVER, IL CATAMARANO FRANCESE AD EMISSIONI E SCARICHI ZERO: VENERDI’ 20 LUGLIO LA CONFERENZA STAMPA

Venerdì 20 luglio alle ore 10.00 nella sala conferenze dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale, uffici di Bari Piazzale C. Colombo 1, il presidente Ugo Patroni Griffi terrà una conferenza stampa per illustrare i dettagli della tappa barese dell’Energy Observer.  Bari è lo scalo numero 26 del giro del mondo in 6 anni che il catamarano francese sta effettuando: 101 scali in 50 nazioni, affidandosi esclusivamente all’energia fotovoltaica ed eolica, senza produrre né scarichi né emissioni.

 

Alla conferenza stampa parteciperanno, anche, il presidente del Cus Bari, Giuseppe Seccia e il presidente della Fondazione H2U The Hydrogen University, Nicola Conenna, istituti che ospitano e assistono l’equipaggio, formato da 50 componenti. Sarà, inoltre, presente il console di Francia a Bari, Stefano Romanazzi. Ha garantito la sua presenza Victorien Erussard, ufficiale di marina e capitano dell’ Energy Observer, di rientro per l’occasione dalla conferenza mondiale High Level Political Forum che si celebra in questi giorni presso la sede dell’Onu di New York.

 

Al termine della conferenza stampa, i giornalisti saranno accompagnati presso la banchina di ormeggio del Marina del Cus Bari, dove sarà possibile visitare l’imbarcazione ed effettuare riprese foto/video.

 

Durante la sua tappa barese, che si concluderà il prossimo 23 luglio, la cittadinanza potrà visitare fino alla giornata del 22 luglio, la prima barca  ecologica a fare il giro del mondo utilizzando l’acqua di mare come fonte principale di stoccaggio, mediante produzione di idrogeno da energia fotovoltaica ed eolica, divenuta il simbolo di una transizione energetica possibile.

 

 

 

MDF, 18 luglio 2018

 

Foto: fonte web

DiMaria Di Filippo

A PESCA DI RIFIUTI GIOVEDÌ 12 LUGLIO, DALLE ORE 10.00 PRESSO IL PORTO DI MANFREDONIA (RIVIERA DI PONENTE) IL FONDAMENTALE CONTRIBUTO DEI PESCATORI NELLA LOTTA AI RIFIUTI MARINI

Saranno 10 i pescherecci che giovedì 12 luglio, a partire dalle ore 10.00, sbarcheranno nel Porto di Manfredonia i rifiuti raccolti in mare durante la nottata di pesca. Rifiuti che verranno sottoposti a un primo monitoraggio direttamente al Porto, prima di essere conferiti in modo idoneo per la caratterizzazione.

Questa iniziativa, svolta nell’ambito di Clean Sea Life, progetto cofinanziato dall’Unione Europea, è stata realizzata grazie all’importante collaborazione con il Comune di Manfredonia, la Capitaneria di Porto di Manfredonia e l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale. Grazie alla sinergia con le istituzioni locali sarà possibile raccogliere informazioni sulla natura e quantità di rifiuti presenti sui fondali e mettere a punto un sistema per la loro gestione e smaltimento.

I rifiuti marini sono una delle principali emergenze ambientali del nostro tempo. La ‘pesca di rifiuti’ è una pratica ampiamente sperimentata con successo nel Nord Europa, ma in Italia l’assenza di norme e procedure specifiche impedisce che questo tipo di attività si svolga regolarmente: in assenza di una filiera a terra che ne assicuri lo smaltimento, i copertoni, bidoni, bottiglie, reti abbandonate e sacchi di plastica che finiscono nelle reti, vengono spesso rigettati in mare.

Dopo analoghe attività promosse nell’ambito di Clean Sea Life a Porto Torres, Rimini e San Benedetto, le giornate di Fishing for litter dell’estate 2018 si concluderanno proprio giovedì 12 luglio a Manfredonia, in attesa di essere replicate nei prossimi anni nelle stesse località.

All’incontro con la stampa parteciperanno:

Innocenza Anna Starace, Assessore all’Ambiente del Comune di Manfredonia

Silvio Del Casale, Capitano di Fregata (CP) della Capitaneria di Porto di Manfredonia

Pietro Bianco, Direttore del Dipartimento esercizio porto di Bari, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale

Federica Barbera, Aree protette e biodiversità Legambiente

Stefania di Vito, Ufficio scientifico Legambiente

Giovanni Furii, Responsabile centro di recupero tartarughe marine di Manfredonia

Eleonora De Sabata, MedSharks e Ufficio stampa Clean Sea Life

La mattinata ‘A pesca di rifiuti’ si chiuderà con un aperitivo

Il progetto Clean Sea Life, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE, ha l’obiettivo di contrastare l’accumulo dei rifiuti marini lungo le coste italiane attraverso azioni di sensibilizzazione e la diffusione di buone pratiche di gestione fra gli operatori e autorità locali, regionali e nazionali. Capofila del progetto è il Parco Nazionale dell’Asinara, in collaborazione con i partner CoNISMa, Fondazione Cetacea, Legambiente, MedSharks, MPNetwork; il progetto è iniziato a settembre 2016 e terminerà nel 2020.

 

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito: www.cleansealife.it

DiMaria Di Filippo

“LIGHT TALES. VIA DEL MARE 2.0”: L’ADSP PUBBLICA IL BANDO DI CONCORSO DI IDEE FINALIZZATO A RENDERE MAGGIORMENTE ATTRATTIVA VIA DEL MARE A BRINDISI.  

 

L’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale ha pubblicato ieri il bando di concorso “Light tales. Via Del Mare 2.0”, finalizzato a rendere via Del Mare, a Brindisi, maggiormente attrattiva, attraverso installazioni luminose e pannelli luminosi artistici.

Il bando è rivolto a tutti i creativi che con ingegno e fantasia realizzeranno progetti di installazioni luminose che arricchiscano il nuovo impianto viario, con particolare riferimento alla sua barriera metallica di separazione dell’ambito portuale ad accesso riservato da quello urbano a libero accesso pubblico, pedonale e veicolare.

Una commissione tecnica valuterà gli elaborati che dovranno pervenire esclusivamente in forma anonima presso gli uffici di Brindisi dell’AdSP, piazza Vittorio Emanuele II n. 7, entro e non oltre le ore 12.00 del 29 giugno prossimo. Al vincitore sarà attribuito il primo premio di10.000 €, il secondo classificato si aggiudicherà un premio di 5.000€, mentre 2.500 € saranno riconosciute al terzo classificato.

L’idea- sottolinea il presidente Ugo Patroni Griffi- è quella di realizzare in via Del Mare un’esposizione artistica permanente di pannelli luminosi che incanti non solo i cittadini, ma anche i numerosi turisti che giungeranno. Vogliamo aggiungere un’altra attrazione al già ricco patrimonio storico-culturale di cui Brindisi già dispone, con il contributo artistico di tutti coloro i quali vogliano recitare un ruolo attivo nello sviluppo urbanistico della città.”

Tutti i dettagli relativi al bando di concorso si possono trovare http://www.adspmam.it/bando-di-concorso-di-idee-art-156-del-d-lgs-50-2016-light-tales-via-del-mare-2-0-cig-z1c2313aa7/

MDF, 20 aprile 2018

DiMaria Di Filippo

ZES, attrazione degli investimenti e blue economy: sabato 24 marzo giornata di studio a Bari, nell’ambito del forum #IlmarediPuglia, Blue Economy: strategie di sviluppo, in programma a Bari dal 21 al 24 marzo negli spazi della Fiera del Levante (Padiglione 152).

 Sabato 24 marzo a partire dalle ore 9.00 nel Pad. 152 – Sala 2 (Agorà)  della Fiera del Levante, Lungomare Starita a Bari si svolgerà una giornata di approfondimento sul tema delle ZES (zone economiche speciali) dal titolo ZES, attrazione degli investimenti e blue economy”.

 L’iniziativa si incardina nell’ambito del forum #IlmarediPuglia, Blue Economy: strategie di sviluppo, in programma a Bari dal 21 al 24 marzo, organizzato dalla Regione Puglia in collaborazione con la società regionale in house Puglia Sviluppo, Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione (Arti), Unioncamere Puglia, Fiera del Levante e Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale.

Nello specifico, l’evento di sabato 24 marzo  è organizzato dall’AdSP del Mare Adriatico Meridionale e quella del Mare Tirreno Centrale, due Enti uniti da una proficua attività sinergica, corroborata da un protocollo d’intesa sottoscritto nello scorso mese di settembre. Le due realtà, infatti, oltre a essere limitrofe sono naturalmente interconnesse da attività economiche e produttive che verranno notevolmente implementate con la realizzazione di un’area logistica integrata, comprendente il mare Adriatico e il mar Tirreno, che dalla Campania si estenda alla Puglia e che si rafforzerà con la costruzione della nuova linea Alta velocità/Alta capacità Napoli-Bari.

La giornata di studio ha l’obiettivo di fare il punto sull’attività regionale di approntamento dei piani di sviluppo strategico, atti prodromici alle proposte istitutive delle due ZES pugliesi. Nel corso dell’evento, principali decisori regionali ed esperti di carattere nazionale si confronteranno sulle ZES, straordinarie opportunità di sviluppo dei territori delle regioni meno sviluppate; sulle misure di semplificazione amministrativa che la Regione intende introdurre per rendere particolarmente attrattive le due ZES per gli investitori stranieri e nazionali; sul ruolo strategico della blue e della green economy; sul rapporto cruciale con il Piano Regionale della logistica integrata

 

 

 

 

MDF, 15 marzo 2018

DiMaria Di Filippo

Seatrade 2018  AdSP MAM partecipa alla più importante fiera mondiale dell’industria crocieristica con l’obiettivo di potenziare il già fiorente settore.

Una delegazione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, guidata dal presidente Ugo Patroni Griffi, partecipa all’edizione 2018 del Seatrade Cruise Global che si svolge dal 5 all’8 marzo presso il Convention Center di Fort Lauderdale, Florida, nell’ambito della collettiva dei porti italiani – organizzata da Assoporti –  “Cruise Italy, one country many destinations”.

L’Ente portuale ha già pianificato una serie di incontri business-to-business con i principali stakeholders del settore, armatori e responsabili delle compagnie di navigazione, nonché conferenze ed eventi finalizzati a promuovere i porti dell’Adriatico meridionale quale snodo strategico per la rete crocieristica internazionale.

L’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale partecipa al prestigioso evento fieristico, per la prima volta dalla sua istituzione, presentando i propri 5 porti in un’unica offerta, rafforzata da una sinergica collaborazione con PugliaPromozione.

In collaborazione con PugliaPromozione e Apulia Film Commission, infatti, è stato realizzato un video che sarà presentato nel corso di un evento di promozione dedicato alla Puglia e ai principali porti pugliesi.

Vogliamo puntare sempre più sullo sviluppo del mercato crocieristico– commenta il presidente Patroni Griffiper i numerosi effetti positivi che riverbera sull’economia dell’intero territorio. Presentiamo al Seatrade i nostri cinque porti, ricchi di un’efficiente infrastrutturazione e qualificati servizi di accoglienza. Vogliamo rappresentare agli stakeholders che attraverso i nostri scali i turisti possono accedere a un territorio vasto e ricco di interesse storico, architettonico, enogastronomico e anche religioso. Da Manfredonia, porto dal quale si può facilmente raggiungere il santuario di San Giovanni Rotondo (nella stagione crocieristica 2018 sono già stati programmati due approdi), ai porti di Bari e di Brindisi che consentono di raggiungere, in breve tempo le bellezze di Valle d’Itria, Murgia e Salento.”

“L’accordo siglato con Pugliapromozione per una programmazione più strutturata dell’accoglienza che comprende tutti i porti pugliesi rappresenta un primo passo importante per lo sviluppo del mercato crocieristico in Puglia – commenta l’Assessore all’Industria turistica e Culturale della Regione, Loredana Capone Il passo successivo è rappresentato dalla integrazione dei diversi tipi di trasporto e ovviamente dalla corretta informazione e segnaletica multilingue. Hub multimodali ben integrati (aeroporti, terminal crociere, stazioni ecc) e strumenti come la biglietteria integrata, smart card e applicazioni di telefonia mobile, possono aiutare a gestire flussi di visitatori sempre maggiori. In tal modo si rafforza il ruolo del turista, incoraggiando anche il feedback da parte dei turisti per capire meglio sia i problemi che si incontrano che le azioni utili a migliorare la loro esperienza. I porti sono il primo biglietto da visita della Puglia, strategici per invogliare il turista a conoscere le bellezze, la cultura, la enogastronomia che possono incontrare addentrandosi nelle città e nelle aree interne”. 

La proiezione del traffico crocieristico, nella stagione 2018, è di circa 214 accosti nel porto di Bari; 47 a Brindisi; 23 ,peraltro in maggioranza con overnight, a Monopoli e due accosti a Manfredonia che così debutta nel mercato della crocieristica. Insomma, un incremento complessivo di oltre il 60 % di crocieristi e di quasi il 50% di navi rispetto alla passata stagione.

MDF, 05 marzo 2018

DiMaria Di Filippo

MERCOLEDI’ 13 DICEMBRE ORE 10.30 A BRINDISI, CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI “LIGHT TALES. VIA DEL MARE 2.0”

 

   Mercoledì 13 dicembre alle ore 10.30 negli uffici di Brindisi, piazza Vittorio Emanuele II, il presidente dell’AdSP, Ugo Patroni Griffi, terrà una conferenza stampa di presentazione del bando di concorso di idee, indetto dall’Ente portuale, finalizzato ad arricchire e a rendere più suggestiva e più attrattiva via del mare, attraverso l’installazione di impianti luminosi artistici.

Una commissione tecnica valuterà gli elaborati, il vincitore si aggiudicherà un premio in denaro di 7.500€, previsti premi anche per il secondo e il terzo classificato.

L’iniziativa del presidente Patroni Griffi è stata pienamente condivisa dal commissario straordinario del Comune di Brindisi, Santi Giuffrè, che sarà presente all’incontro con i giornalisti.

In vista dell’approssimarsi delle festività natalizie, al termine della conferenza stampa, il presidente e il segretario generale avranno il piacere di scambiare gli auguri con gli Organi di informazione, condividendo i panettoni solidali della Cooperativa sociale Oltre l’Orizzonte di Brindisi che ospita bambini e ragazzi con gravi disabilità.

 

 

 

 

 

MDF, 11 dicembre 2017