Archivio mensile maggio 2020

DiVeronica Gagliano

GARA 2020_16BR “Lavori di fornitura e posa in opera di n. 18 parabordi cilindrici delle dimensioni 1600X800X1800 presso la banchina di COSTA MORENA EST – TESTATA nel PORTO DI BRINDISI” [CIG: 8224033EB6 – CUP: B87G20000000005]

L’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale rende noto che, con Determina del Presidente n. 119 del 13.03.2020, è stato disposto di avviare sulla piattaforma telematica TuttoGare la procedura ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. c), da aggiudicare con il criterio del minor prezzo, determinato mediante ribasso sull’importo a base d’asta ex art. 95 c. 4 del d.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., per l’affidamento dei lavori di fornitura e posa in opera di n. 18 parabordi cilindrici delle dimensioni 1600X800X1800 presso la banchina di COSTA MORENA EST – TESTATA nel PORTO DI BRINDISI.

L’invito è riservato esclusivamente a n. 10 operatori economici sorteggiati automaticamente tramite sistema TUTTOGare fra gli iscritti alla sezione II dell’Albo Fornitori dell’AdSP MAM, istituito con D.P. n. 48 del 04.02.2020, nella categoria SOA OG 7.

Durata: L’appalto ha durata di 60 (sessanta) giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna dei lavori, ai sensi dell’art. 32, comma 8 del d.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii., secondo quanto indicato all’art. 3 del CSA.

Importo a base d’asta: € 203.497,38 (Euro ducentotremilaquattrocentonovantasette/38) oltre ad € 4.191,60 (Euro quattromilacentonovantuno/60) di oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, oltre I.V.A. se dovuta.

  • il termine ultimo per la presentazione delle offerte è il 15.06.2020 ore 12:00 (il termine è perentorio e non sono ammesse offerte tardive);
  • il termine per la presentazione dei chiarimenti attraverso la piattaforma TuttoGare è il 09.06.2020 ore 21:00 (ai quesiti sarà dato riscontro tramite il sistema entro il 11.06.2020);
  • il termine per effettuare il sopralluogo facoltativo è il 12.06.2020 previa richiesta a mezzo email entro e non oltre il giorno 08.06.2020;
  • l’apertura dei plichi telematici avrà luogo il 16.06.2020 ore 10:00, in seduta pubblica, attraverso la piattaforma telematica TuttoGare, a garanzia della segretezza e dell’inalterabilità della documentazione inviata dai Concorrenti, nonché del tracciamento e della registrazione delle operazioni di gara.

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare al seguente indirizzo: https://gare.adspmam.it/index.php

Il RUP è il Dott. ing. FRANCESCO DI LEVERANO

 

DETERMINA A CONTRARRE

Determina 119 del 13 03 2020_TRA

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

Lettera di invito parabordi CM rev-signed

Istruzioni per la partecipazione alla gara telematica

Allegato al modello A_informativa trattamento dei dati personali

Modello A_Istanza di partecipazione

Modello B_Patto d’integrità AdSP

DOCUMENTAZIONE TECNICA

2020.02.14 – A – Relazione e Cronoprogramma-Firmata

2020.02.14 – B – C.S.A.- Firmato

2020.02.14 – C – Elenco Prezzi e Anlisi prezzo – Firmato

2020.02.14 – D – Computo Metrico e Q.E. – Firmato

2020.02.14 – E – D.U.V.R.I. – Firmato

2020.02.14 – F – Schema di Contratto – Firmato completo

2020.02.14 – Tav. 1 Prog. Parabordi e part. construttivi – Firmata

2020.02.18 – Verbale di Validazione + relaz. istruttoria-Rev. FDL – firmato

DiMaria Di Filippo

PORTO DI BARLETTA: SOTTOSCRITTO UN PROTOCOLLO D’INTESA TRA AMMINISTRAZIONE COMUNALE E ADSP MAM PER RISTRUTTURARE E RENDERE FRUIBILE ALLA CITTADINANZA LO STORICO TRABUCCO.

Questa mattina, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il sindaco di Barletta, Cosimo Damiano Cannito, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa denominato “Molo di Levante” che ha l’obiettivo di avviare una serie azioni finalizzate al completamento della ristrutturazione dell’antico trabucco e del Molo di Levante che conduce alla storica e simbolica struttura.

IL TRABUCCO: STORICA STRUTTURA PER LA PESCA DA TERRA

Nell’ottica di una vision finalizzata ad intensificare e stringere l’interazione tra porto e città, verranno infatti effettuati interventi di manutenzione e messa in sicurezza della diga foranea, proprio per consentire un utilizzo pubblico dell’antico “guardiano” del litorale.

Con il protocollo d’intesa, l’Ente portuale si impegna a stanziare una cifra di 600 mila euro per gli interventi di ristrutturazione, previa approvazione del progetto redatto dal Comune di Barletta che ricoprirà la funzione di stazione appaltante per l’effettuazione dei lavori.

In un periodo storico particolarmente complesso, -commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi- ritengo sia necessario riappropriarsi delle proprie radici identitarie, in grado di trasmettere sicurezza attraverso la diffusione della memoria storica. Il “vecchio ragno”, simbolo di Barletta, evoca, appunto, un forte senso di comunità marinara maturata in seno alle pratiche di pesca da terra, frutto dell’esperienza secolare tramandata di padre in figlio sino ai giorni nostri. Soprattutto in questa fase di ripresa – conclude Patroni Griffi- la Puglia deve puntare sul modello turistico composto da competitività + attrattività + sostenibilità; una formula che si fonda principalmente sul vastissimo patrimonio storico culturale di cui dispone il nostro territorio e che il vecchio trabucco contribuirà ad arricchire.”

“Quello fra la città di Barletta e il mare è un legame stretto che con il completamento di quest’opera sarà rinsaldato per consentire ai più giovani di riscoprire il significato che per tantissime generazioni di barlettani ha avuto il trabucco”, ha detto il sindaco Cannito. “Quel luogo – ha aggiunto il primo cittadino – che appartiene alle storie di vita degli abitanti di questa città, entrerà a far parte del patrimonio culturale e turistico dell’intero territorio e della regione grazie alla riqualificazione del molo di Levante, intervento che lo renderà realmente fruibile e questo è davvero di buon auspicio, oltre che un bell’orizzonte a cui guardare, in un momento come questo, nel quale si cerca, non senza fatica e con prudenza, di pensare e progettare il futuro, di investire nel futuro”.

 

Tra gli interventi che verranno effettuati sul molo di Levante vi sono:

  • rifacimento della pavimentazione;
  • installazione di una balaustra anti-caduta, sul lato porto;
  • installazione di un sistema di illuminazione a pali;
  • fornitura di erogatori di acqua e luce;
  • sistema di videosorveglianza;
  • lavori di arredo urbano.

 

In tempi brevi, il Comune presenterà alla Capitaneria di Porto una domanda al fine di ottenere la consegna, ex art. 34 Codice della Navigazione, delle aree interessate dall’intervento e dall’utilizzo come passeggiata a mare.

 

 

 

 

MDF, 25 maggio 2020

 

 

DiLivia Chiatante

Porto di Brindisi. Servizio per la pulizia di strade e piazzali, ritiro e trasporto a smaltimento dei rifiuti, servizio giornaliero di pulizia degli immobili demaniali e degli uffici di Brindisi dell’Autorità di sistema Portuale [CIG 8309902C0E]

L’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale rende noto che con Determina del Presidente n. 198 del 21.05.2020 è stato disposto di avviare sulla piattaforma telematica TuttoGare la procedura ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b), da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo ai sensi dell’art. 95 comma 3, lett. a) del Codice dei contratti pubblici, per l’affidamento per il porto di Brindisi del servizio per la pulizia di strade e piazzali, ritiro e trasporto a smaltimento dei rifiuti, servizio giornaliero di pulizia degli immobili demaniali e degli uffici di Brindisi dell’Autorità di sistema Portuale.

L’invito è riservato esclusivamente agli operatori economici iscritti alla sezione III^ dell’Albo Fornitori dell’AdSP MAM, istituito con D.P. n. 48 del 04.02.2020, nella categoria merceologica con CPV “90 – Servizi fognari, di raccolta dei rifiuti, di pulizia e ambientali”.

Durata: Il servizio avrà una durata di mesi 6, decorrenti dalla data di consegna dello stesso, presumibilmente a far data dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2020.

Importo a base d’asta: € 410.586,00 soggetto a ribasso, oltre agli oneri per la sicurezza scaturenti dalla valutazione dei rischi interferenziali, non soggetti a ribasso, pari ad € 2.130,00, per un valore complessivo di € 412.716,00. Si precisa, inoltre, che il costo della manodopera stimato compreso nell’importo è pari ad € 219.777,05.

  • il termine ultimo per la presentazione delle offerte è il 16.06.2020 ore 10:00 (il termine è perentorio e non sono ammesse offerte tardive);
  • il termine per la presentazione dei chiarimenti attraverso la piattaforma TuttoGare è il 05.06.2020 ore 12:00 (ai quesiti sarà dato riscontro tramite il sistema entro l’ 08.06.2020);
  • il termine per effettuare il sopralluogo obbligatorio è il 05.06.2020 previa richiesta a mezzo email entro e non oltre il giorno 03.06.2020;
  • l’apertura dei plichi telematici avrà luogo il 17.06.2020 ore 10:00, in seduta pubblica, attraverso la piattaforma telematica TuttoGare, a garanzia della segretezza e dell’inalterabilità della documentazione inviata dai Concorrenti, nonché del tracciamento e della registrazione delle operazioni di gara.

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare al seguente indirizzo: https://gare.adspmam.it/index.php 

Il RUP è il Dott. Aldo Tanzarella

DETERMINA A CONTRARRE:

DP n. 198 del 21.05.2020_Determina a contrarre;

Relazione per l’avvio del procedimento

La documentazione allegata è reperibili all’indirizzo: https://gare.adspmam.it/gare/id19427-dettaglio

 

 

 

DiMaria Di Filippo

QUASI 15 MILIONI DI EURO PER INTERVENTI DI INFRASTRUTTURAZIONE NEI PORTI ADSP MAM: L’EMERGENZA COVID NON FERMA L’ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA DELL’ENTE PORTUALE, FIRMATI IN REMOTO 12 CONTRATTI DI APPALTO E SUBAPPALTO.

Nei mesi di marzo e di aprile, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, nonostante la crisi sanitaria e le conseguenti misure restrittive, ha continuato senza alcuna interruzione la propria attività amministrativa sia per garantire l’operosità dei porti, snodi strategici della catena logistica nella movimentazione delle merci, sia per predisporre tutte le procedure prodromiche, indispensabili per l’avvio delle opere di infrastrutturazione già programmate.

 

Disponendo, pertanto, di una serie di procedure amministrative concluse e contrattualizzate, l’Ente portuale sta già iniziando i lavori pianificati, atteso che le recenti disposizioni governative consentono il riavvio dei cantieri.

 

Nonostante il lock-down, infatti, l’AdSP MAM ha sottoscritto da remoto 12 contratti con altrettanti appaltatori per un valore complessivo che sfiora i 15 milioni di euro. Importo che si somma a quanto già stanziato per gli accordi quadro manutenzioni delle infrastrutture civili e degli impianti già in essere.

 

Tutto l’intricato e complesso iter procedurale è stato eseguito da remoto, attraverso l’utilizzo di piattaforme tecnologiche che hanno consentito di esperire le diverse fasi delle gare d’appalto.

 

Nonostante le difficoltà oggettive– commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffinon abbiamo mai lesinato sforzi e impegno. Non abbiamo mai inteso perdere un solo istante, con l’obiettivo di farci trovare prontissimi, ai nastri di partenza, al riavvio delle attività.”.

Per tentare di parare gli innumerevoli contraccolpi economici legati alla pandemia, infatti, – conclude Patroni Griffi- è necessario riaccendere i motori produttivi del Paese. Il riavvio delle attività cantieristiche nei nostri porti vuole essere un significativo contributo finalizzato alla ripresa economica nei nostri territori.

 

Sono 24 le opere appaltate:

 

PORTO DI BARI

 

  • APPALTO INTEGRATO: LAVORI DI REALIZZAZIONE DELL’IMPIANTO FOTOVOLTAICO A SERVIZIO DELLA STAZIONE MARITTIMA- 220.000 €

 

  • LAVORI DI REALIZZAZIONE DI TORRI FARO SUI PIAZZALI RETROSTANTI LE BANCHINE OPERATIVE DELLA DARSENA DI LEVANTE – 1.200.000 €

 

  • LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA CON ADEGUAMENTO DELLE STRUTTURE DI CONTROLLO PIF (posti d’ispezione frontalieri) E PED (punti di entrata designata) AL NUOVO REGOLAMENTO (UE) 2017/625- 200.000 €

 

  • SERVIZIO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, NONCHÈ DIREZIONE LAVORI, INCLUSO IL COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI UN TERMINAL PASSEGGERI SULLA BANCHINA 10 DEL PORTO DI BARI- 400.000 €

 

  • PORTO DI BARI. LAVORI DI RIMODULAZIONE E NUOVA CONFIGURAZIONE DEI VARCHI CARRABILI E PEDONALI DELLA PORT FACILITY MOLO SAN VITO EXTRA SCHENGEN E ADEGUAMENTO DELLA VIABILITÀ- 1.600.000 €

 

  • LAVORI DI RIFACIMENTO E RICONFIGURAZIONE DEI SERVIZI IGIENICI AL PIANO TERRA DELLA STAZIONE MARITTIMA S. VITO- 200.000 €

 

  • INTERVENTO URGENTE DI FORNITURA E POSA IN OPERA DELLA RETE IN FIBRA OTTICA PER L’ESTENSIONE DEI SERVIZI DI CONNETTIVITÀ PORTUALE NELLA TRATTA VARCO PIZZOLI – VARCO DELLA VITTORIA- 164.079 €

 

PORTO DI BRINDISI

 

  • APPALTO INTEGRATO: PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA LATO MARE, NONCHÉ DEI PROSPETTI E DELLE COPERTURE DEGLI UFFICI PROSPICIENTI PIAZZA VITTORIO EMANUELE II- 900.000 € –

 

  • AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RIFORNIMENTO IDRICO ALLE NAVI- 300.000 € –

 

  • SERVIZIO PER LA PULIZIA DI STRADE E PIAZZALI, RITIRO E TRASPORTO A SMALTIMENTO DEI RIFIUTI, SERVIZIO GIORNALIERO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEMANIALI E DEGLI UFFICI DI BRINDISI DELL’AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE- 427.910 €

 

  • SERVIZIO PER IL COMPLETAMENTO DELLA CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DELLE AREE PORTUALI A TERRA E PER LA CARATTERIZZAZIONE INTEGRATIVA DELL’AREA DENOMINATA SANT’APOLLINARE, COSTA MORENA E PUNTA DELLE TERRARE – 600.000 €

 

  • OPERE DI COMPLETAMENTO ACCOSTI PORTUALI NAVI TRAGHETTO E RO-RO SANT’APOLLINARE NEL PORTO DI BRINDISI. PIANO DI INDAGINE AI FINI DELLA VERIFICA E SUCCESSIVA CONFERMA DELL’ATTUALITÀ DEGLI ESITI DELLA CARATTERIZZAZIONE DEI FONDALI GIÀ CONDOTTA 250.000 €

 

  • SERVIZIO PER IL COMPLETAMENTO DELLA CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DELLE AREE PORTUALI A TERRA E PER LA CARATTERIZZAZIONE INTEGRATIVA DELL’AREA DENOMINATA SANT’APOLLINARE, COSTA MORENA E PUNTA DELLE TERRARE – 13.350 €

 

  • COMPLETAMENTO DELLA INFRASTRUTTURAZIONE PORTUALE MEDIANTE BANCHINAMENTO E REALIZZAZIONE DELLA RETROSTANTE COLMATA TRA IL PONTILE PETROLCHIMICO E COSTA MORENA EST. PIANO DI INDAGINE AI FINI DELLA VERIFICA E SUCCESSIVA CONFERMA DELL’ATTUALITÀ DEGLI ESITI DELLE CARATTERIZZAZIONI DEI FONDALI GIÀ CONDOTTE- 440.000 €

 

  • SERVIZIO DI AGGIORNAMENTO DELLA CARATTERIZZAZIONE DEI FONDALI NELL’AREA ALL’IMBOCCATURA E COMMERCIALE DEL PORTO DI BRINDISI 155.000 €

 

PORTI DI MONOPOLI- BARLETTA E MANFREDONIA

 

  • PORTO DI MONOPOLI. AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E GESTIONE DEI RIFIUTI E DEI RESIDUI DEL CARICO PRODOTTI DALLE NAVI- 120.000 €

 

  • SERVIZIO DI AGGIORNAMENTO DELLA CARATTERIZZAZIONE DEI FONDALI NELL’AREA ALL’IMBOCCATURA E COMMERCIALE DEL PORTO DI MONOPOLI 250.000 €

 

  • LAVORI DI REALIZZAZIONE DI STRUTTURE LEGGERE PREFABBRICATE DESTINATE AD INFOPOINT A SERVIZIO DEI PASSEGGERI NEI PORTI DI MANFREDONIA, MONOPOLI E BARLETTA. “PROGETTO INTERREG V-A EL-IT GREECE – ITALY 2014 – 2020 THEMIS”- 520.071 €

 

  • PORTI DI MANFREDONIA E BARLETTA – ACCORDO QUADRO MANUTENZIONE E TENUTA IN ESERCIZIO PORTI. II atto aggiuntivo ai Rep 56/2018 (il primo atto aggiuntivo è il Rep 216/19)- 68.000 €

 

Nei cinque porti del sistema, inoltre, sono previsti:

 

  • SERVIZI DI COMUNICAZIONE E MARKETING TERRITORIALE DEL PROGETTO THEMIS FINANZIATO NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA INTERREG VA GREECE ITALY 2014/2020- 139.533 €

 

  • ATTO AGGIUNTIVO AL CONTRATTO DI ACCORDO QUADRO PER LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE E TENUTA IN ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI DEGLI IMMOBILI NEGLI AMBITI DEMANIALI DEI PORTI DEL SISTEMA – LOTTO 3 – MANFREDONIA E BARLETTA – 453.000€

 

  • LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE E TENUTA IN ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI DEGLI IMMOBILI NEGLI AMBITI DEMANIALI DEI PORTI DEL SISTEMA – LOTTO 1 – BARI – 108.200 €

 

 

 

 

 

MDF, 13 maggio 2020

DiLivia Chiatante

Affidamento in concessione del servizio di rifornimento idrico alle navi ormeggiate nel porto di Brindisi [CIG 8282568F52]

L’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale rende noto che con Determina del Presidente n. 180 del 08.05.2020 è stato disposto di avviare sulla piattaforma telematica TuttoGare la procedura ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b), da aggiudicare con il criterio del minor prezzo ai sensi dell’art. 36 comma 9-bis del Codice dei contratti pubblici, per l’affidamento in concessione del servizio di rifornimento idrico alle navi ormeggiate nel porto di Brindisi.

L’invito è rivolto alle imprese portuali autorizzate ad operare nel suddetto porto, ai sensi dell’art. 16 della legge n. 84/1994, ad esclusione dei concessionari ex art. 18.

Durata: Il servizio avrà una durata di mesi 24, decorrenti dalla data di consegna dello stesso, presumibilmente a far data dal 1° giugno 2020 fino al 31 maggio 2022, con possibilità di estensione per ulteriori mesi 6.

Importo a base d’asta: € 240.000,00 soggetto a ribasso, oltre agli oneri per la sicurezza scaturenti dalla valutazione dei rischi interferenziali, non soggetti a ribasso, pari ad € 516,00, per un valore complessivo di € 240.516,00. Si precisa, inoltre, che il costo della manodopera compreso nell’importo è pari ad € 72.000,00.

  • il termine ultimo per la presentazione delle offerte è il 27.05.2020 ore 12:00 (il termine è perentorio e non sono ammesse offerte tardive);
  • il termine per la presentazione dei quesiti attraverso la piattaforma TuttoGare è il 19.05.2020 ore 21:00 (ai quesiti sarà dato riscontro tramite il sistema entro il 22.05.2020);
  • l’apertura dei plichi telematici avrà luogo il 28.05.2020 ore 14:30, in seduta pubblica, attraverso la piattaforma telematica TuttoGare, a garanzia della segretezza e dell’inalterabilità della documentazione inviata dai Concorrenti, nonché del tracciamento e della registrazione delle operazioni di gara.

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare al seguente indirizzo: https://gare.adspmam.it/index.php

Il RUP è il Dott. Aldo Tanzarella

DETERMINA A CONTRARRE

DP n. 180 del 08.05.2020_Determina a contrarre

Relazione per l’avvio del procedimento

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

Lettera di invito

Modello A_Istanza di partecipazione

Allegato al Modello A_Informativa Privacy

Modello B_Patto d’integrità

Istruzioni per la partecipazione alla gara telematica

DOCUMENTAZIONE TECNICA

Capitolato speciale d’Appalto.pdf

Tavola 1 Planimetria porto INTERNO_1

Tavola 2 Planimetria porto INTERNO_2

Tavola 3 Planimetria porto MEDIO_ESTERNO

DUVRI

Schema atto di concessione.pdf

NOMINA SEGGIO DI GARA

DP n. 204 del 27.05.2020_Seggio di gara monocratico

 

 

DiSimone Muya

Porto di Bari. Lavori di manutenzione straordinaria con adeguamento delle strutture di controllo PIF e PED al nuovo Regolamento (UE) 2017/625 – CIG: 820162530F – CUP: B97G20000000005

Con Determina del Presidente n. 24 del 27.01.2020, successivamente integrata con Determina del Presidente n. 175 del 30.04.2020, è stata avviata la procedura negoziata sulla piattaforma TuttoGare ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b) del d.lgs. 50/2016 con criterio del  Minor Prezzo ai sensi dell’art. 95 comma 4 del d.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii, relativa ai Lavori di manutenzione straordinaria con adeguamento delle strutture di controllo PIF e PED al nuovo Regolamento (UE) 2017/625”. [CIG: 820162530F – CUP: B97G20000000005].

L’invito è rivolto agli operatori economici sorteggiati tra le imprese iscritte alla Sezione I dell’Albo fornitori dell’AdSP MAM.

  • Durata: L’appalto ha durata di 90 (novanta) giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna dei lavori;
  • Importo: L’appalto sarà affidato a corpo, mediante offerta con ribasso unico sull’importo posto a base di gara pari ad € 103.522,25 (euro centotremilacinquecentoventidue/25) oltre ad € 4.670,60 (euro quattromilasecentosettanta/60) per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, per un importo complessivo pari ad € 108.192,85 (centoottomilacentonovantadue/85), I.V.A. non imponibile;
  • il termine ultimo per la presentazione dell’offerta è il giorno 27/05/2020 ore 12.00 (il termine è perentorio e non sono ammesse offerte tardive);
  • il termine per la presentazione dei quesiti attraverso la piattaforma TuttoGare è il giorno 18/05/2020 ore 21.00 (ai quesiti sarà dato riscontro tramite il sistema entro il 20/05/2020);
  • il termine per l’effettuazione del sopralluogo (non obbligatorio) è il giorno 20/05/2020, previa richiesta da effettuarsi entro e non oltre il 18/05/2020;
  • L’apertura, l’esame e la valutazione delle offerte pervenute saranno effettuate dall’Ente attraverso la piattaforma telematica, a garanzia della segretezza e dell’inalterabilità della documentazione inviata dai Concorrenti, nonché del tracciamento e della registrazione delle operazioni di gara.
  • La prima seduta pubblica avrà luogo il giorno 28/05/2020 alle ore 10.00.

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma Tutto Gare al seguente indirizzo: https://gare.adspmam.it/index.php .

Il responsabile del procedimento è il Dott.ing. EUGENIO PAGNOTTA.

DOCUMENTAZIONE

Determina a contrarre

Determina P n. 24 del 27.01.2020 trasp.

Determina P n. 175 del 30.04.2020

Documentazione Amministrativa

Lettera di invito_firmata

Modello A_ Istanza di ammissione

Modello B_Patto d’integrità AdSP

Documentazione Tecnica

Elab_1_Area_Intervento

Elab_2_PIF_planimetrie

Elab_3_PIF_particolari

Elab_4_Pianta_PED

Elab_A_Relazione_Generale

Elab_B_Rilievo_Fotografico

Elab_C_CME_EP

Elab_E_Gantt

Elab_F_Sicurezza_CME_EP

Elab_H_CSA

Elab_I_schema_contratto

 

 

DiMaria Di Filippo

L’ADSP MAM PUNTA A RENDERE I PROPRI PORTI SEMPRE PIÙ “GREEN”: AMMESSO A FINANZIAMENTO IL PROGETTO “SUSPORT – SUSTAINABLE PORTS” PER MIGLIORARE LA SOSTENIBILITÀ E L’EFFICIENZA ENERGETICA DEL TRASPORTO MARITTIMO E MULTIMODALE NEI PORTI DEL SISTEMA.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale fruirà di un budget complessivo di 560.000 euro per predisporre un sistema di monitoraggio che consenta il mantenimento di un livello ecosostenibile nella gestione delle infrastrutture portuali e delle attività che vi si svolgono.

Lo scorso 1 marzo, infatti, è stato ammesso a finanziamento il progetto “SUSPORT – SUStainable PORTs”, nell’ambito del bando strategico del Programma Interreg Italia-Croazia 2014-2020, Asse prioritario 4.1 che ha ottenuto un finanziamento complessivo di oltre 7 milioni di euro e che coinvolge

tutti i più importanti porti adriatici italiani (Bari, Ravenna, Venezia, Ancona e Trieste) e croati (Spalato, Dubrovnik, Zara, Ploce e Rijeka).

Il progetto è finalizzato al miglioramento della sostenibilità e dell’efficienza energetica del trasporto marittimo e multimodale nell’ambito portuale, attraverso lo sviluppo di piani d’azione congiunti, attività pilota concrete e una strategia a lungo termine tesa a coordinare tutti i principali attori interessati nel comparto del trasporto marittimo.

Il progetto prevede l’installazione di centraline, sensori, torbidimetri, fluorimetri, analizzatori e fonometri da esterno ad alta affidabilità. E ancora, stazioni (meteorologiche, corrento-metriche e onda-metriche  multi-direzionali), software di controllo, gestione e scarico dati oceanografici da remoto.

Strumentazioni elettroniche altamente sofisticate che verranno integrate direttamente con il sistema PCS GAIA, da anni attivo nel porto di Bari per la raccolta, la gestione e la elaborazione dei dati.

In linea con quanto abbiamo previsto nel Documento di Pianificazione Energetico Ambientale del Sistema Portuale (DPEASP)– commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffivogliamo rendere efficace ed effettivo il green deal che ci siamo imposti: aumentare la produttività degli scali, non tralasciando la salvaguardia dell’ambiente, l’utilizzo di sistemi produttivi a basso impatto ambientale e lo sfruttamento di risorse rinnovabili.

Una volta installato il sistema, l’Ente portuale disporrà di dati effettivi relativi all’incidenza delle attività portuali, comparati con fattori variabili quali le condizioni ambientali e le congiunture economiche. Il software analizzerà ed elaborerà in tempi brevissimi i dati raccolti, consentendo all’AdSP di predisporre e gestire eventuali misure di mitigazione e/o compensazione necessarie.

 

La nuova piattaforma informatica di raccolta ed elaborazione dati che parte dal porto di Bari sarà estesa a tutti i porti del sistema.

 

MDF, 06 maggio 2020

DiMaria Di Filippo

ACCORDO TRA AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE E AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DOGANALI NEI PORTI DI BRINDISI, MANFREDONIA, BARLETTA E MONOPOLI

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi e il direttore Generale dell’Agenzia Dogane e Monopoli , Marcello Minenna, hanno firmato un accordo finalizzato a realizzare, entro il 30 settembre 2020, una valutazione di fattibilità tecnica di interventi di digitalizzazione delle procedure doganali nei porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. Con tali interventi si intende estendere la soluzione già adottata per la digitalizzazione nel porto di Bari, agli altri porti di competenza dell’Autorità di Sistema Portuale, valutandone preliminarmente le condizioni tecniche. Il progetto di Bari, ormai in via di completamento, ha costituito l’iniziativa pilota per il programma ADM di digitalizzazione nei porti. L ‘Autorità di Sistema Portuale e l’Agenzia delle Dogane con questa iniziativa intendono puntare sullo sviluppo delle infrastrutture immateriali e sul controllo a valore aggiunto della supply chain, massimizzando gli effetti degli interventi nei porti a vantaggio del sistema logistico e produttivo.

Valutata la fattibilità tecnica, le parti daranno avvio alla fase di attuazione dei progetti, sulla base della metodologia definita da ADM e pubblicata sul sito internet, e alla sottoscrizione dei relativi Protocolli di intesa.

Nel mese di luglio inaugureremo il sistema che assicurerà la inter-operatività tra il PCS GAIA e il sistema AIDA– commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi. Un modello virtuoso che, dopo essere stato applicato negli scali del nostro sistema, sarà adottato da tutti i porti d’Italia. Una vera e propria rivoluzione informatica che consoliderà ulteriormente l’unico primato italiano nel rating annuale Doing Business, pubblicato dalla Banca Mondiale, relativo alla facilità di sdoganamento delle merci.

Nel corso della conf-call- aggiunge il Presidente dell’Ente portuale– abbiamo appreso la notizia che il  presidente Donato Toma a nome delle otto regioni ZES ha presentato al Governo una proposta articolata sulla semplificazione delle aree ZES, finalizzata ad attirare investimenti nazionali ed esteri, nonchè ad estendere la norma prevista per Taranto a tutte le AdSP delle aree ZES,  con l’obiettivo di procedere velocemente alla costituzione delle Zone Doganali Intercluse, cioè le vere e proprie Zone Franche.”

Con quest’ultimo accordo prosegue l’importante iter finalizzato alla completa automazione delle procedure doganali e delle operazioni logistiche connesse ai flussi di merce, a supporto di una catena logistica senza soluzione di continuità. Oggi si implementa ulteriormente la
copertura del cantiere nazionale sulla digitalizzazione delle procedure doganali nei porti con il quale ADM intende conseguire una maggiore standardizzazione dei processi doganali in un’ottica di semplificazione e omogeneizzazione. Iniziativa che rappresenta una fondamentale leva di sviluppo per il sistema Paese” ha dichiarato il Direttore Generale dell’Agenzia, Marcello
Minenna.

DiMaria Di Filippo

“DIGITALIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DOGANALI NEI PORTI DI BRINDISI, MANFREDONIA, BARLETTA E MONOPOLI”: SOTTOSCRIZIONE DI UN ACCORDO TRA ADSP MAM E AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI.

Questo pomeriggio, a valle di una web conference, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, sottoscriveranno un accordo per la definizione del progetto “Digitalizzazione delle procedure doganali nei porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta, Monopoli.”

Attraverso il documento, l’AdSP MAM intende estendere anche ai porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli le soluzioni già avviate nel porto di Bari con il progetto “PROG0101 Digitalizzazione delle procedure doganali nel porto di Bari”, volte ad ottimizzare il ciclo portuale, logistico e doganale delle merci, razionalizzando gli scambi di informazioni e promuovendo l’introduzione di soluzioni innovative.

Utilizzando tecnologie avveniristiche, sarà possibile estendere i servizi di cooperazione applicativa tra il port community system GAIA e il sistema informativo doganale AIDA ai porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. Un “dialogo” attivo ed efficace tra i due sistemi che consentirà la digitalizzazione delle procedure di imbarco/sbarco e di ingresso/uscita dai nodi portuali; di tracciare lo stato della merce all’interno dello spazio portuale e, non ultimo, di informatizzare i pagamenti delle tasse portuali.

 

Tra i numerosi benefici attesi per il comparto della logistica vi è:

  • facilitazione del passaggio delle merci nei nodi logistici portuali;
  • velocizzazione del processo di accertamento delle merci all’interno dello spazio doganale;
  • semplificazione e digitalizzazione dei procedimenti amministrativi doganali;
  • certezza della conclusione delle operazioni di controllo doganale per le merci in uscita dai nodi;
  • disponibilità di informazioni sulle tasse portuali incassate dall’Agenzia delle Dogane;
  • disponibilità di dati statistici su natura, origine e destinazione finale delle merci.

Il progetto, che si incardina nell’imponente opera di infrastrutturazione tecnologica avviata dall’Ente portuale nei cinque porti del sistema, interessa l’Area Logistica Integrata del Sistema Pugliese-Lucano ed è coerente con il Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica (completamento sportello unico dei controlli, digitalizzazione della catena logistica), con la Direttiva Europea 40/2010 ITS Action Plan (Continuità dei servizi ITS di gestione del traffico e del trasporto merci) e con il piano d’azione nazionale ITS (favorire l’uso degli ITS per la gestione multimodale dei trasporti e della logistica, secondo piattaforme aperte e interoperabili).

L’attività dell’AdSP MAM  sarà finanziata nell’ambito del progetto Interreg Italia-Croazia PROMARES “Promoting maritime and multimodal freight transport in the Adriatic Sea.

 

 

MDF, 5 maggio 2020