Archivio annuale 2020

DiMaria Di Filippo

L’ADSP MAM PUNTA A RENDERE I PROPRI PORTI SEMPRE PIÙ “GREEN”: AMMESSO A FINANZIAMENTO IL PROGETTO “SUSPORT – SUSTAINABLE PORTS” PER MIGLIORARE LA SOSTENIBILITÀ E L’EFFICIENZA ENERGETICA DEL TRASPORTO MARITTIMO E MULTIMODALE NEI PORTI DEL SISTEMA.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale fruirà di un budget complessivo di 560.000 euro per predisporre un sistema di monitoraggio che consenta il mantenimento di un livello ecosostenibile nella gestione delle infrastrutture portuali e delle attività che vi si svolgono.

Lo scorso 1 marzo, infatti, è stato ammesso a finanziamento il progetto “SUSPORT – SUStainable PORTs”, nell’ambito del bando strategico del Programma Interreg Italia-Croazia 2014-2020, Asse prioritario 4.1 che ha ottenuto un finanziamento complessivo di oltre 7 milioni di euro e che coinvolge

tutti i più importanti porti adriatici italiani (Bari, Ravenna, Venezia, Ancona e Trieste) e croati (Spalato, Dubrovnik, Zara, Ploce e Rijeka).

Il progetto è finalizzato al miglioramento della sostenibilità e dell’efficienza energetica del trasporto marittimo e multimodale nell’ambito portuale, attraverso lo sviluppo di piani d’azione congiunti, attività pilota concrete e una strategia a lungo termine tesa a coordinare tutti i principali attori interessati nel comparto del trasporto marittimo.

Il progetto prevede l’installazione di centraline, sensori, torbidimetri, fluorimetri, analizzatori e fonometri da esterno ad alta affidabilità. E ancora, stazioni (meteorologiche, corrento-metriche e onda-metriche  multi-direzionali), software di controllo, gestione e scarico dati oceanografici da remoto.

Strumentazioni elettroniche altamente sofisticate che verranno integrate direttamente con il sistema PCS GAIA, da anni attivo nel porto di Bari per la raccolta, la gestione e la elaborazione dei dati.

In linea con quanto abbiamo previsto nel Documento di Pianificazione Energetico Ambientale del Sistema Portuale (DPEASP)– commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffivogliamo rendere efficace ed effettivo il green deal che ci siamo imposti: aumentare la produttività degli scali, non tralasciando la salvaguardia dell’ambiente, l’utilizzo di sistemi produttivi a basso impatto ambientale e lo sfruttamento di risorse rinnovabili.

Una volta installato il sistema, l’Ente portuale disporrà di dati effettivi relativi all’incidenza delle attività portuali, comparati con fattori variabili quali le condizioni ambientali e le congiunture economiche. Il software analizzerà ed elaborerà in tempi brevissimi i dati raccolti, consentendo all’AdSP di predisporre e gestire eventuali misure di mitigazione e/o compensazione necessarie.

 

La nuova piattaforma informatica di raccolta ed elaborazione dati che parte dal porto di Bari sarà estesa a tutti i porti del sistema.

 

MDF, 06 maggio 2020

DiMaria Di Filippo

ACCORDO TRA AUTORITÀ DI SISTEMA PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE E AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DOGANALI NEI PORTI DI BRINDISI, MANFREDONIA, BARLETTA E MONOPOLI

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi e il direttore Generale dell’Agenzia Dogane e Monopoli , Marcello Minenna, hanno firmato un accordo finalizzato a realizzare, entro il 30 settembre 2020, una valutazione di fattibilità tecnica di interventi di digitalizzazione delle procedure doganali nei porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. Con tali interventi si intende estendere la soluzione già adottata per la digitalizzazione nel porto di Bari, agli altri porti di competenza dell’Autorità di Sistema Portuale, valutandone preliminarmente le condizioni tecniche. Il progetto di Bari, ormai in via di completamento, ha costituito l’iniziativa pilota per il programma ADM di digitalizzazione nei porti. L ‘Autorità di Sistema Portuale e l’Agenzia delle Dogane con questa iniziativa intendono puntare sullo sviluppo delle infrastrutture immateriali e sul controllo a valore aggiunto della supply chain, massimizzando gli effetti degli interventi nei porti a vantaggio del sistema logistico e produttivo.

Valutata la fattibilità tecnica, le parti daranno avvio alla fase di attuazione dei progetti, sulla base della metodologia definita da ADM e pubblicata sul sito internet, e alla sottoscrizione dei relativi Protocolli di intesa.

Nel mese di luglio inaugureremo il sistema che assicurerà la inter-operatività tra il PCS GAIA e il sistema AIDA– commenta il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi. Un modello virtuoso che, dopo essere stato applicato negli scali del nostro sistema, sarà adottato da tutti i porti d’Italia. Una vera e propria rivoluzione informatica che consoliderà ulteriormente l’unico primato italiano nel rating annuale Doing Business, pubblicato dalla Banca Mondiale, relativo alla facilità di sdoganamento delle merci.

Nel corso della conf-call- aggiunge il Presidente dell’Ente portuale– abbiamo appreso la notizia che il  presidente Donato Toma a nome delle otto regioni ZES ha presentato al Governo una proposta articolata sulla semplificazione delle aree ZES, finalizzata ad attirare investimenti nazionali ed esteri, nonchè ad estendere la norma prevista per Taranto a tutte le AdSP delle aree ZES,  con l’obiettivo di procedere velocemente alla costituzione delle Zone Doganali Intercluse, cioè le vere e proprie Zone Franche.”

Con quest’ultimo accordo prosegue l’importante iter finalizzato alla completa automazione delle procedure doganali e delle operazioni logistiche connesse ai flussi di merce, a supporto di una catena logistica senza soluzione di continuità. Oggi si implementa ulteriormente la
copertura del cantiere nazionale sulla digitalizzazione delle procedure doganali nei porti con il quale ADM intende conseguire una maggiore standardizzazione dei processi doganali in un’ottica di semplificazione e omogeneizzazione. Iniziativa che rappresenta una fondamentale leva di sviluppo per il sistema Paese” ha dichiarato il Direttore Generale dell’Agenzia, Marcello
Minenna.

DiMaria Di Filippo

“DIGITALIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DOGANALI NEI PORTI DI BRINDISI, MANFREDONIA, BARLETTA E MONOPOLI”: SOTTOSCRIZIONE DI UN ACCORDO TRA ADSP MAM E AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI.

Questo pomeriggio, a valle di una web conference, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, sottoscriveranno un accordo per la definizione del progetto “Digitalizzazione delle procedure doganali nei porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta, Monopoli.”

Attraverso il documento, l’AdSP MAM intende estendere anche ai porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli le soluzioni già avviate nel porto di Bari con il progetto “PROG0101 Digitalizzazione delle procedure doganali nel porto di Bari”, volte ad ottimizzare il ciclo portuale, logistico e doganale delle merci, razionalizzando gli scambi di informazioni e promuovendo l’introduzione di soluzioni innovative.

Utilizzando tecnologie avveniristiche, sarà possibile estendere i servizi di cooperazione applicativa tra il port community system GAIA e il sistema informativo doganale AIDA ai porti di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. Un “dialogo” attivo ed efficace tra i due sistemi che consentirà la digitalizzazione delle procedure di imbarco/sbarco e di ingresso/uscita dai nodi portuali; di tracciare lo stato della merce all’interno dello spazio portuale e, non ultimo, di informatizzare i pagamenti delle tasse portuali.

 

Tra i numerosi benefici attesi per il comparto della logistica vi è:

  • facilitazione del passaggio delle merci nei nodi logistici portuali;
  • velocizzazione del processo di accertamento delle merci all’interno dello spazio doganale;
  • semplificazione e digitalizzazione dei procedimenti amministrativi doganali;
  • certezza della conclusione delle operazioni di controllo doganale per le merci in uscita dai nodi;
  • disponibilità di informazioni sulle tasse portuali incassate dall’Agenzia delle Dogane;
  • disponibilità di dati statistici su natura, origine e destinazione finale delle merci.

Il progetto, che si incardina nell’imponente opera di infrastrutturazione tecnologica avviata dall’Ente portuale nei cinque porti del sistema, interessa l’Area Logistica Integrata del Sistema Pugliese-Lucano ed è coerente con il Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica (completamento sportello unico dei controlli, digitalizzazione della catena logistica), con la Direttiva Europea 40/2010 ITS Action Plan (Continuità dei servizi ITS di gestione del traffico e del trasporto merci) e con il piano d’azione nazionale ITS (favorire l’uso degli ITS per la gestione multimodale dei trasporti e della logistica, secondo piattaforme aperte e interoperabili).

L’attività dell’AdSP MAM  sarà finanziata nell’ambito del progetto Interreg Italia-Croazia PROMARES “Promoting maritime and multimodal freight transport in the Adriatic Sea.

 

 

MDF, 5 maggio 2020

Diadmin

Ordinanza n.10/2020 – Porto di Brindisi. Emergenza sanitaria da Covid-19. Sosta inoperosa presso la diga foranea di Punta Riso delle navi da crociera della Costa Crociere. Prescrizioni operative

Per accedere a quest’area è necessario essere un utente registrato sul portale dell’Autorità di Sistema Portuale ed essere autorizzato a consultare i servizi riservati.

L’accreditamento al portale Istituzionale non è libero.

DiMaria Di Filippo

PORTO DI MANFREDONIA: ADSP MAM E SOGESID SOTTOSCRIVONO UNA CONVENZIONE PER AVVIARE LA CARATTERIZZAZIONE FONDALI. OBIETTIVO, IMPLEMENTARE IL TRAFFICO CROCIERISTICO NELLO SCALO SIPONTINO.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale ha firmato- quale prima concreta azione della intesa quadro stipulata nel novembre dello scorso anno- una convenzione attuativa con Sogesid SpA, Società “in house” dei Ministeri dell’Ambiente e delle Infrastrutture, per le attività di caratterizzazione ambientale nel porto commerciale di Manfredonia. Si tratta di un’azione prodromica finalizzata alla conoscenza delle caratteristiche chimico-fisiche del materiale stratificato sul fondale del porto, prima di procedere alle successive attività di dragaggio che garantiranno allo scalo sipontino il massimo grado di sicurezza alla navigazione e nuove possibili opportunità di sviluppo.

L’accordo tra le parti – firmato dal presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi e dal presidente e amministratore delegato di Sogesid Enrico Biscaglia – prevede per la durata di un anno il supporto della Società di proprietà del Ministero dell’Economia in una serie di attività tecniche: la progettazione del programma di caratterizzazione, la bonifica degli ordigni bellici e tutti gli adempimenti necessari alla realizzazione della gara d’appalto che dovrà assegnare i lavori di caratterizzazione, ma anche per il corretto svolgimento delle attività. I risultati saranno poi esaminati e interpretati, anche per individuare la migliore soluzione tecnica alla gestione dei sedimenti da dragare.

Manfredonia può e deve diventare destinazione croceristica per le piccole crociere lusso– commenta il presidente Patroni Griffi. Proprio in ragione di tale obiettivo con Sogesid, società che ci fornisce supporto tecnico agli interventi ambientali e infrastrutturali previsti dal nostro piano di investimenti, vogliamo avviare la caratterizzazione del porto commerciale, uno step indispensabile per poter procedere successivamente con l’attività di dragaggio. L’obiettivo principale è quello di disporre di fondali adeguati per consentirci di proporre con maggiore vigore il porto commerciale di Manfredonia anche quale destinazione crocieristica. Forti dell’attrattività dell’hinterland, della sicurezza e dei servizi offerti dallo scalo– conclude il Presidente- potremo ospitare piccole crociere e grandi yacht, della categoria lusso; un settore che vanta una crescita inarrestabile e rilevante, in grado di riverberare impatti economici diretti e significativi su tutto il territorio.”

A Manfredonia -spiega il Presidente Biscaglia – prende forma l’intesa raggiunta con l’Autorità Portuale nel novembre scorso. Sogesid – prosegue Biscaglia – potrà dare il proprio contributo, con competenze tecnico-ingegneristiche, ma anche attraverso la gestione efficace e trasparente delle procedure di gara, al percorso ambizioso dell’Autorità che va nella direzione di valorizzare, con una nuova infrastrutturazione attenta all’ambiente, gli scali adriatici meridionali”.

La foto del porto è stata realizzata dal fotografo Bruno Mondelli Giuliani

 

MDF, 17 aprile 2020

DiLivia Chiatante

Affidamento in concessione del servizio raccolta e gestione dei rifiuti prodotti dalle navi e dei residui del carico nell’ambito del porto di Monopoli [CIG 8189365DC6]

Affidamento in concessione del servizio raccolta e gestione dei rifiuti prodotti dalle navi e dei residui del carico nell’ambito del porto di Monopoli [CIG 8189365DC6].

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (AdSP MAM) rende noto che, in esecuzione della Determina del Presidente n. 522 del 12.12.2019, rettificata con successiva Determina del Presidente n. 145 del 07.04.2020, intende procedere all’affidamento in concessione, ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b) del Codice dei contratti pubblici, del servizio raccolta e gestione dei rifiuti prodotti dalle navi e dei residui del carico nell’ambito del porto di Monopoli, invitando al confronto competitivo le Imprese che, entro i termini previsti dall’avviso pubblico di indagine di mercato, hanno manifestato interesse a partecipare alla procedura in argomento.

Tipologia di gara: affidamento diretto previa indagine di mercato ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b del d.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii.;

Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 95 comma 3, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;

Importo complessivo a base d’asta: € 90.000,00 di cui € 89.000,00 per servizi ed € 1.000,00 per oneri della sicurezza (non soggetti a ribasso); il costo della manodopera compreso nell’importo (soggetto a ribasso) ammonta ad € 44.500,00.

Durata della concessione: mesi 18 (diciotto) decorrenti dalla data del verbale di avvio dell’esecuzione del contratto, con possibilità di estensione per ulteriori mesi 6 (sei).

  • Termine per la presentazione dell’offerta: 29.04.2020 ore 12:00;
  • Termine per la richiesta dei chiarimenti: 20.04.2020 ore 21:00 (tramite TuttoGare);
  • Termine per l’apertura dei plichi telematici attraverso TuttoGare: 30.04.2020 ore 10:00.

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare al seguente link:

https://gare.adspmam.it/gare/pannello.php?codice=16959

Il responsabile del procedimento è il dott. Aldo Tanzarella.

DETERMINA A CONTRARRE

DP n. 522 del 12.12.2019_avvio procedura;

DP n. 145 del 07.04.2020_rettifica DP n. 522;

Relazione RUP_rettifica CSA_All. DP n. 145;

DOCUMENTAZIONE DI GARA

Capitolato Speciale d’Appalto_rettificato;

Planimetria Porto di Monopoli;

schema atto di concessione;

Lettera di invito;

MODELLI

Modello A_Istanza di partecipazione;

Allegato al Modello A_Informativa Privacy;

Modello B_Patto d’integrità;

Istruzioni per la partecipazione alla gara telematica

SEGGIO DI GARA

DP n. 169 del 29.04.2020_nomina Seggio di Gara Monocratico

AVVISI DI GARA

avviso apertura offerta economica

PROSPETTO DI AGGIUDICAZIONE

Prospetto di aggiudicazione

DETERMINA DI AGGIUDICAZIONE

DP n. 262 del 02.07.2020_determina di aggiudicazione

 

 

 

 

Diadmin

Ordinanza n.9/2020 – Disciplina del deposito temporaneo delle merci in banchina e nei piazzali dei porti dell’AdSP MAM

Per accedere a quest’area è necessario essere un utente registrato sul portale dell’Autorità di Sistema Portuale ed essere autorizzato a consultare i servizi riservati.

L’accreditamento al portale Istituzionale non è libero.

Diadmin

Ordinanza n.8/2020 – Porto di Brindisi. Emergenza sanitaria da Covid-19. Sosta inoperosa presso la diga foranea di Punta Riso delle navi da crociera della Costa Crociere. Prescrizioni operative

Per accedere a quest’area è necessario essere un utente registrato sul portale dell’Autorità di Sistema Portuale ed essere autorizzato a consultare i servizi riservati.

L’accreditamento al portale Istituzionale non è libero.

Diadmin

Ordinanza n.7/2020 – Modifica dell’Ordinanza n. 3 del 21 maggio 2010 e ss.mm.ii. del Presidente della soppressa Autorità Portuale di Bari.

Per accedere a quest’area è necessario essere un utente registrato sul portale dell’Autorità di Sistema Portuale ed essere autorizzato a consultare i servizi riservati.

L’accreditamento al portale Istituzionale non è libero.

Diadmin

Ordinanza n.6/2020 – Porto di Brindisi. Impianto portuale del Seno di Levante. Emergenza sanitaria COVID-19. Chiusura del varco di accesso all’impianto di Via R. di Bulgaria nelle ore serali/notturne

Per accedere a quest’area è necessario essere un utente registrato sul portale dell’Autorità di Sistema Portuale ed essere autorizzato a consultare i servizi riservati.

L’accreditamento al portale Istituzionale non è libero.