Archivio mensile settembre 2021

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
Progetto Intesa – Improving Maritime Transport Efficiency and Safety in the Adriatic PROGRAMMA INTERREG ITALIA-CROAZIA 2014-2020

Si svolgerà giovedì 30 settembre 2021 presso la Base navale di La Spezia, in occasione della VII edizione della fiera SEAFUTURE 2021, l’evento internazionale organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (AdSP MAM), nell’ambito del progetto IntesaImproving Maritime Transport Efficiency and Safety in the Adriatic, finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Europea Interreg V-A Italia-Croazia 2014/2020.

           

L’iniziativa si inserisce nel contesto della Conferenza “Driving the change in shipping & logistics”, incentrata sulle tematiche relative agli aiuti alla navigazione e sulle tecnologie innovative di sicurezza per rendere i processi marittimi e logistici più efficienti. Ospite, tra gli altri, nella sessione prevista delle ore 12.00-13.30, Evangelia Piteni (Communication Manager, Dipartimento Sviluppo e Innovazione Tecnologica – Unità Progetti Europei dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale), che presenterà il suo “Study and analysis of a new tide gauge network for Southern Adriatic Sea Port Authority”.

 

L’intervento illustrerà gli obiettivi generali del Progetto INTESA e, più in dettaglio, la realizzazione di una rete di cooperazione tra le Amministrazioni Marittime Nazionali di Italia e Croazia e le principali Autorità Portuali dell’Adriatico (Venezia, Trieste, Ravenna, Ancona, Bari, Fiume, Ploce e Spalato) con il fine di armonizzare e ottimizzare le procedure dell’intero processo di trasporto marittimo e di rendere più efficiente e sicuro il sistema dei trasporti portuali e marittimi.

 

Un’occasione, questa, per focalizzare l’attenzione anche sull’azione pilota prevista per l’Autorità Portuale del Mare Adriatico Meridionale, che consiste nell’acquisto ed istallazione di cinque mareografi, nonché nell’implementazione del Port Community System GAIA, con il fine di supportare l’interoperabilità con i sistemi logistici regionali, nazionali e globali. L’azione pilota è specificamente incentrata sull’attivazione dello Sportello Unico Amministrativo e sull’estensione a tutti i porti amministrati dall’AdSP MAM dei servizi offerti dal PCS GAIA già operante nel porto di Bari.

 

Il progetto INTESA, di cui l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale è partner progettuale, nasce con l’obiettivo di implementare e agevolare l’accessibilità ai principali porti adriatici e la sicurezza della navigazione, attraverso una gestione più efficace dei flussi di traffico nell’area ed un migliore utilizzo del sistema dei porti e del trasporto intermodale che ridurrà i costi di consegna delle merci nell’Europa centrale e orientale e ripristinerà la posizione competitiva dei porti adriatici come porte naturali verso l’Europa centrale e orientale.

 

È possibile seguire l’evento da remoto collegandosi sul sito web dell’iniziativa:👉 https://www.seafuture.it/

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
PORTO DI MANFREDONIA: DUE IDROVOLANTI AMMARANO GIOVEDI’ AL PORTO “MARINA DEL GARGANO” FUTURI COLLEGAMENTI AEREI TRA MANFREDONIA E ALTRE CITTA’ PORTUALI

Due idrovolanti effettueranno giovedì 30 settembre prove di decollo e ammaraggio nelle acque del porto di Manfredonia. Si tratta del primo “flight test” che ha lo scopo di certificare e rendere idoneo lo specchio d’acqua e le strutture a terra in vista della realizzazione presso la “Marina del Gargano” di una idrosuperficie con relativo mini-terminal per collegamenti turistici con idrovolanti verso altre città italiane e anche di Paesi della costa adriatica come la Grecia e l’Albania. Questo “flight test” è stato organizzato dall’associazione Aviazione Marittima Italiana, in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, con la società di gestione del Porto Turistico di Manfredonia “Marina del Gargano” e con il locale comando della Capitaneria di Porto. I velivoli anfibi coinvolti, dotati di grossi “scarponi” galleggianti, arriveranno domani sera a Manfredonia: sono due ultraleggeri “Legend 540” e “ICP Savannah” provenienti dalla Scuola Italiana Volo di Cremona, pilotati rispettivamente da Graziano Mazzolari e da Ludovico Vezzani.

 

“Guardiamo con fiducia e ottimismo questa nuova sfida che  potrebbe  rappresentare una rivoluzione nel porto di Manfredonia”, commenta Ugo Patroni Griffi, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale. “L’infrastrutturazione dello scalo risulta idonea e si presta perfettamente a questo sistema di collegamenti. Abbiamo dato  pieno supporto all’Aviazione Marittima Italiana certi che si tratta di una tipologia di trasporto in grado di  innalzare significativamente l’appeal dello  scalo sipontino. Se  tutti i test daranno  esito  positivo, procederemo con il montaggio  di un pontile, sul molo del porto turistico di Manfredonia ‘Marina del Gargano’, per facilitare le  operazioni di ammaraggio, flottaggio,  decollo  e stazionamento  degli  idrovolanti. E’ la nuova frontiera del trasporto pubblico”, conclude Patroni Griffi, “dove il  sistema economico incontra le vacanze e dove i tempi  di  percorrenza  si  abbattono in favore di un turismo più dinamico e veloce;  una sfida affascinante che certamente produrrà rilevanti  benefici per tutto il territorio”.

 

“Mettere le ali al territorio, e non solo metaforicamente, è stato sin dall’inizio il nostro obiettivo  principale di gestione di Marina del Gargano”, spiega Ciro Gelsomino, presidente del Porto di Manfredonia. “Dunque, siamo molto lieti di ospitare questi test dell’Aviazione Marittima Italiana, in quanto crediamo molto nel trasporto intermodale e nel potenziamento dei servizi offerti dalla nostro Marina. Inizia così una proficua collaborazione con l’Aviazione Marittima Italiana in quanto stiamo già pensando ad un’analisi e alla progettazione di un mini-terminal ed un pontile dedicato attrezzato per ospitare gli idrovolanti. Questi spazi saranno fruibili anche come base di Protezione Civile, monitoraggio delle coste in collaborazione con la Capitaneria di Porto e primo soccorso in mare con gli idrovolanti. Una nuova ed importante opportunità per accorciare sempre più le distanze tra Manfredonia ed il mare, sua principale risorsa economica e sociale. Il Porto turistico di Manfredonia punta con convinzione sull’innovazione per divenire volano dello sviluppo territoriale a 360 gradi, non solo per i settori nautico e diportistico, ma anche per l’entroterra e le sue eccellenze, soprattutto in ottica turistica”.

 

“Siamo onorati di poter avviare questa nuova collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale e la società di gestione del Porto turistico di Manfredonia ‘Marina del Gargano’ per promuovere il trasporto turistico con idrovolanti, che offre collegamenti rapidi, piacevoli e anche sostenibili”, sottolinea Orazio Frigino, presidente dell’Aviazione Marittima Italiana. “Questo flight test nelle acque di Manfredonia fa seguito alle attività da noi organizzate in Puglia negli ultimi anni nell’ambito del progetto europeo Interreg Greece–Italy ‘SWAN’ (Sustainable Water Aerodrome Network), che vede coinvolti alcuni comuni e enti di Grecia e Italia in vista dell’attivazione di collegamenti aerei turistici tra la Puglia e alcune isole greche. Da parte italiana sono coinvolti nel progetto i comuni di Nardò e di Gallipoli e l’Autorità portuale di Taranto, mentre da parte greca si sono candidate le isole di Corfù, Paxos, Erikusa, Matraki e Othoni. La lungimiranza delle autorità portuali di Manfredonia potrà inserire anche questa città e il suo porto nel futuro del trasporto idroturistico in Italia”.

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
ADSPMAM: E’ ON-LINE LO SPORTELLO UNICO AMMINISTRATIVO (SUA), UN FRONT-OFFICE VIRTUALE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E AUTORIZZATIVI DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE CHE INTERAGISCONO CON L’ENTE.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale ha attivato lo Sportello Unico Amministrativo (SUA), un front-office virtuale che, così come  stabilito dalla legge di riforma delle  Autorità  portuali, “svolge funzione unica di front-office rispetto ai soggetti deputati ad operare in porto”.

 

Mercoledì 15 settembre scorso, il Comitato di gestione dell’Ente, deliberando l’approvazione del regolamento, ha di fatto sancito l’attivazione del SUA, uno strumento di digitalizzazione e semplificazione teso a migliorare il rapporto tra l’Autorità e l’utenza, in relazione ai procedimenti amministrativi e autorizzativi caratteristici dell’operatività portuale, disciplinati dalla Legge n.84/94, dal Codice delle Navigazione e dalle ordinanze di ciascun porto.

 

Le imprese che operano nei porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli, quindi, attraverso un’unica interfaccia raggiungibile al link https://sua.adspmam.it, potranno, per ora, presentare in via telematica istanze per:

  • Richiedere permessi di accesso in porto (servizio PASS)
  • Richiedere autorizzazioni per trasporti eccezionali
  • Iscriversi o richiedere rinnovi nei registri ex art.68 Cod. Nav.

 

Dal prossimo anno, poi, saranno totalmente digitalizzati tutti gli altri procedimenti, come le autorizzazioni alle imprese portuali per operazioni e servizi portuali (art.16); le autorizzazioni per la fornitura del lavoro portuale temporaneo (art.17); e tutte le richieste che riguardano il settore Demanio, concessioni di aree e banchine, riduzione del canone, rinuncia alla concessione e molto altro.

 

Abbattiamo le distanze Ente-imprese e velocizziamo i procedimenti amministrativi per facilitare investimenti e sviluppo– commenta  il presidente  di AdSPMAM Ugo Patroni Griffi. Per rilanciare  un  porto è  necessario intervenire  in  maniera determinata  e proficua  anche sul sistema economico retro-portuale che deve essere vivo, operoso e attrattivo. E solo un’adeguata  infrastrutturazione e una efficace azione  di semplificazione- conclude  Patroni Griffi- possono costituire  quel volano necessario a tutti gli straordinari strumenti  di cui disponiamo, in questo momento storico, ad esempio ZES  e PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), che dobbiamo gestire in maniera  perfetta per ottenere le ricadute economiche tanto auspicate”.

 

Lo strumento, infatti, sarà particolarmente performante e costituirà un valore aggiunto valido in supporto alle esigenze della ZES Interregionale Adriatica. Le aziende che vorranno insediarsi sul territorio, appunto, potranno interagire con un unico front-office, efficace ed esaustivo, che, oltre a raccogliere le varie istanze, provvederà contestualmente a registrarle, ad aprire le pratiche conseguenti e a trasmetterle al back-office, sistemizzando la modulistica per ogni tipologia di richiesta e rendendo disponibili tutte le informazioni utili per diminuire i tempi del procedimento.

 

Il SUA attivato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale rappresenta un importante strumento che agevola le imprese snellendo la burocrazia– commenta l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci. È un ottimo esempio di quanto i processi di trasformazione digitale siano indispensabili per accorciare i tempi, avvicinare le imprese agli enti pubblici semplificando le procedure. In un momento di grandi opportunità per la nostra regione e per l’intero Sud, in un momento in cui numerose sono le opportunità di sviluppo per le nostre imprese, immaginare degli strumenti di semplificazione rappresenta un segnale importante di supporto e di vicinanza al mondo delle imprese”.

 

Il portale, SUA, è raggiungibile al link https://sua.adspmam.it. La consultazione è libera, previo accreditamento attraverso il Servizio Pubblico di Identità Digitale (SPID).

 

Per l’accesso ai servizi è necessario essere muniti di SPID, mentre per il pagamento di tariffe, canoni o spese di istruttoria è necessario utilizzare il sistema PagoPA.

 

MDF, 21 settembre 2021

 

 

Immagine avatar di Simone Muya DiSimone Muya
Gara 07/2021 – PORTO DI MONOPOLI. Manutenzione straordinaria della banchina molo Margherita.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale rende noto che con Determina del Presidente n. 206 del 08.06.2021 questa Amministrazione ha deliberato l’approvazione del progetto esecutivo e dato avvio alla procedura di affidamento dei lavori di “Manutenzione straordinaria della banchina molo Margherita, nel Porto di Monopoli, indicendo una procedura negoziata, ex art. 63 del d.lgs. n. 50 del 2016 e ss.mm.ii., art. 1 comma 2, lettera b) della L. 120/2020 come modificato dall’art. 51 della  L. 108/2021, da affidarsi con il criterio del minor prezzo,  determinato mediante ribasso a base d’asta, art. 95, comma 4 del d.lgs. 50/2016 ed art. 1, c.3, della L. 120 del 11.09.2020, come modificato dall’art. 51 del d.lgs. 77 del 31/05/2021 e rivolta a n. 15 Operatori Economici iscritti all’Albo telematico dei fornitori dell’AdSP MAM, Sezione II – Lavori di importo compreso tra € 150.000,00 e le soglie di cui all’art. 35 del d.lgs. n. 50 del 2016, in possesso di attestazione SOA nella categoria prevalente OG 7 in classifica I e superiori.

In data 31.08.2021 questa Stazione Appaltante ha avviato la procedura negoziata effettuando il sorteggio automatico, attraverso la piattaforma di e-procurement TuttoGare, in dotazione all’Ente, dei n. 15 Operatori Economici iscritti all’Albo telematico dei fornitori dell’AdSP MAM, Sezione II – Lavori di importo compreso tra € 150.000,00 e le soglie di cui all’art. 35 del d.lgs. n. 50 del 2016, in possesso di attestazione SOA nella categoria prevalente OG 7 in classifica I e superiori, con simultaneo invio, ai medesimi, della lettera di invito, come da verbale allegato:

VERBALE DI ESTRAZIONE:

Verbale_Estrazione del 31.08.2021.

L’appalto è stipulato a corpo.

Luogo di esecuzione: Porto di MONOPOLI.

Breve descrizione dell’appalto:

L’appalto consiste nella realizzazione di lavori urgenti di messa in sicurezza di un tratto della Banchina Molo Margherita nel Porto di Monopoli, per mezzo di iniezioni di calcestruzzo da realizzarsi al piede dell’esistente banchina.

Categorie e classifiche:
OG 7 Opere marittime e lavori di dragaggio € 202.581,00– class. I –  100% _Prevalente

Quantitativo o entità totale – Importo complessivo dell’appalto: L’importo dell’appalto posto a base dell’affidamento è definito come segue: 1) € 202.581,00 Importo complessivo dell’appalto; di cui: 1.a) € 196.717,18 Importo netto Lavori soggetto a ribasso; 1.b) € 5.863,82 Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso;

Durata dell’appalto: 90 (novanta) giorni naturali e consecutivi successivi dalla data del Verbale di Consegna del Lavori.

Termine di presentazione delle offerte: 17/09/2021 ore 12:00:00;

La prima seduta pubblica: 20.09.2021 ore 10:00:00;

Il RUP è  ing. Francesco DI LEVERANO

LETTERA DI INVITO ED ALLEGATI:

Istruzioni per la partecipazione alla gara telematica

Lettera di invito_MOLO MARGHERITA_MO-signed

Modello A_Istanza di partecipazione

Modello_DGUE

AGGIUDICAZIONE:

GRADUATORIA PROVVISORIA

Determina P n. 355 del 22.09.2021

Avviso stipula contratto registrato elenco verbali

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
PORTO DI BRINDISI: PUBBLICATA LA PROCEDURA DI GARA PER LA REALIZZAZIONE DELLE BRICCOLE CON PONTILE PEDONALE. UN’OPERA STRATEGICA PER LO SCALO MESSAPICO, FINALIZZATA AD AUMENTARE NOTEVOLMENTE LA SICUREZZA NEGLI ORMEGGI. CIRCA 8 MILIONI DI EURO L’IMPORTO COMPLESSIVO A BASE D’ASTA.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale ha pubblicato la procedura di gara, aperta e telematica, con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo, relativa all’appalto integrato: “Porto di Brindisi: potenziamento degli ormeggi navi ro-ro a Costa Morena Ovest– Realizzazione di briccole con pontile”.

 

L’importo complessivo a base d’asta è di circa 8 milioni di euro e prevede la progettazione esecutiva e la realizzazione di tutte le opere e le forniture necessarie al progetto.

Passa, pertanto, nella fase esecutiva un’opera strategica per il porto di Brindisi, attesa e auspicata da anni, sia dagli organi tecnici competenti, piloti e ormeggiatori, sia dalla Capitaneria di Porto in quanto necessaria per innalzare i livelli di sicurezza, nelle fasi di ormeggio delle navi traghetto che ordinariamente attraccano di poppa presso le banchine.

Allo stato, un’ordinanza della Capitaneria di Porto di Brindisi vieta l’ormeggio in andana (le navi disposte affiancate perpendicolarmente alla banchina), in caso di vento forza 8, riducendo notevolmente i posti disponibili. Soprattutto in caso di condizioni meteo-marine avverse, pertanto, l’opera, risulterà di fondamentale importanza, poichè migliorerà significativamente le condizioni di  sicurezza delle navi che, al momento, sono tenute “in posizione”, ossia ferme e in condizioni di sicurezza, esclusivamente dalle ancore poste a prora. Attraverso le briccole, quindi, si garantirà la massima sicurezza  degli addetti all’ormeggio e delle operazioni di sbarco e imbarco.

 

Il tempo e i fatti ci hanno dato ragione– commenta il presidente di AdSPMAM Ugo Patroni Griffi. Finalmente, possiamo dare vita ad una delle opere più importanti e strategiche per il rilancio dello scalo di Brindisi. Oltre ad innalzare significativamente i livelli di sicurezza, infatti, avremo la possibilità di aumentare i collegamenti e, quindi, i volumi di traffico. Le ricadute per lo scalo e per tutto il Salento saranno enormi“.

 

L’intervento consiste nella infissione in mare, nel porto medio, di 6 briccole: la prima, lato terra posta a 17 mt dall’attuale banchina (Costa Morena Ovest); le quattro successive poste ad intervalli di 30 mt; l’ultima (la sesta) lato mare posta a 60 mt dalla precedente. Le briccole saranno collegate tra loro da una passerella metallica, per consentire il solo accesso agli ormeggiatori.

Si giunge alla gara d’appalto dopo un lungo ed elaborato decorso procedimentale, avviato nel 2019, sbloccatosi nello scorso mese di marzo, quando si concluse positivamente la Conferenza di servizi asincrona, relativa all’approvazione del progetto definitivo dell’opera. Prodromico a tale risultato, il parere favorevole del Consiglio Superiore Lavori Pubblici sulla proposta di adeguamento tecnico funzionale al Piano Regolatore Portuale, sulla scorta del quale, il Ministero dell’Ambiente aveva, peraltro, comunicato l’esclusione dal campo di applicabilità della disciplina V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale).

Il termine per il ricevimento delle offerte è fissato per le ore 12.00 del 21 ottobre prossimo; il termine per il ricevimento dei quesiti e della richiesta di sopralluogo per le ore 21:00 del 8 ottobre, il termine per la pubblicazione del riepilogo dei chiarimenti e dell’espletamento del sopralluogo, il 14 ottobre; l’apertura delle offerte avverrà alle ore 10.00 del 22 ottobre prossimo.

 

La gara è stata pubblicata sui seguenti canali:

  1. G.U.U.E.: ID: 2021/S 172-448216 del 06.09.2021
  2. G.U.R.I.: n. 103 del 06.09.2021
  3. TUTTOGARE:https://gare.adspmam.it/gare/id40679-dettaglio
  4. ADSPMAM – sezione bandi e gare:https://www.adspmam.it/gara-n-11_br-appalto-integrato-porto-di-brindisi-potenziamento-degli-ormeggi-navi-ro-ro-a-costa-morena-ovest-realizzazione-di-un-pontile-con-briccole-cup-b81/

Albo Pretorio Online: https://www.albopretorionline.it/portmer/

 

Il progetto è stato dichiarato ammissibile e finanziabile con i fondi POC PUGLIA 2014-2020 – POR PUGLIA 2014-2020. ASSE VII “Sistemi di Trasporto e Infrastrutture di Rete”- AZIONE 7.4 “Interventi per la competitività del sistema portuale e interportuale” con Determinazione Dirigenziale n. 32 del 26.04.2021 emanata dal Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio – Sezione Trasporto Pubblico Locale e Grandi Progetti, per l’importo provvisorio concedibile pari a € 9.117.394,32.

 

 

MDF 09 settembre 2021

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
INAUGURATO NUOVO TERMINAL PORTO DI MONOPOLI PATRONI GRIFFI (AdSP MAM): “STRUTTURA ALL’AVANGUARDIA CHE DIALOGHERA’ CON IL TERRITORIO”

 

Giunge ad una tappa importante il progetto Themis, finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Interreg V-A Greece-Italy 2014-2020, con l’intento di sostenere lo sviluppo e le attività dei porti minori al fine di svilupparne le attività, indirizzare il traffico marittimo, in particolare crocieristico, verso territori ancora poco sfruttati turisticamente.

 

Nell’ottica di rafforzare le connessioni con i porti principali e con le imprese del territorio, è stato inaugurato questa mattina – martedì 7 settembre – il nuovo terminal di accoglienza turistica presso il PORTO di MONOPOLI.

 

Uno degli obiettivi del progetto è stato quello di far incontrare, sotto il brand comune THEMIS, l’offerta di crociere di lusso con l’offerta di pacchetti turistici ed itinerari selezionati, intesi come esperienze multisensoriali exclusive che permettano al crocierista di trascorrere soggiorni indimenticabili sia in mare aperto che in località incantevoli e raramente inserite nei convenzionali circuiti turistici.

 

In questi mesi, il progetto si è sviluppato su più segmenti, immaginando itinerari turistici via terra che possano attrarre crocieristi “curiosi” di sbarcare in porti minori e creando piccoli terminal passeggeri e nuovi approdi per piccole crociere e maxi yacht.

 

“Finalmente, – ha spiegato il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale,  Ugo Patroni Griffi  – il porto di Monopoli ha una struttura moderna e accogliente per i crocieristi che, sempre più numerosi, scelgono lo scalo gioiello del nostro sistema per crociere lusso. La struttura è, peraltro, dotata di un’ interfaccia dinamica con il territorio per fornire agevolmente informazioni di carattere turistico e dialogare con la città. L’abbiamo concepita  secondo i  più moderni standard costruttivi, tenendo conto della leggerezza e della sostenibilità dell’opera, realizzata tramite prefabbricazione metallica e montaggio a secco. Grazie, quindi, al progetto Themis, da oggi il porto amplifica in maniera significativa il proprio appeal e ciò ci consentirà di attuare ulteriori strategie di promozione per attirare nuove compagnie.

 

Puntiamo sul lusso che, come ci raccontano i dati, è sempre più scelto. Le ultime indagini dell’Osservatorio di Ticketcrociere, infatti, rivelano che negli ultimi anni è cresciuto considerevolmente il numero di viaggiatori che optano per navi super esclusive, ma di dimensioni più ridotte: il target perfetto per Monopoli”.

 

Secondo il Contrammiraglio (CP) Direzione Marittima Puglia e Basilicata Jonica, Giuseppe Meli: “L’inaugurazione del nuovo terminal per l’accoglienza turistica, la cui realizzazione è stata fermamente perseguita dall’Autorita’ di sistema, rappresenta un ulteriore tassello per lo sviluppo economico di Monopoli impreziosendo la vocazione polifunzionale di questo porto. La nuova struttura, infatti, consentirà l’approdo a Monopoli, nel pieno rispetto delle norme vigenti, di crociere di lusso che rafforzando la vocazione turistica di questo territorio promuoverà la conoscenza delle bellezze paesaggistiche, storiche e culturali della Puglia”.

 

“Questo nuovo molo turistico – ha aggiunto Adriana Prusciano, Comandante Porto di Monopoli T.V. (CP) – rappresenta una infrastruttura molto importante per tutto il porto. Si realizza così un segmento staccato dalle navi commerciali e dedicato, quindi, ad un altro settore altrettanto importante e rappresentativo per lo sviluppo e l’economia del territorio”.

 

 

“La realizzazione di questo terminal –  ha affermato il sindaco di Monopoli, Angelo Annese. rappresenta un ulteriore tassello per lo sviluppo del porto di Monopoli. Negli ultimi anni la città ha subito un importante sviluppo turistico, riuscendo ad attrarre centinaia di migliaia di visitatori. Un porto più accogliente rappresenta un’occasione di sviluppo per questo territorio e un’occasione di valorizzazione della costa adriatica a sud del capoluogo e soprattutto ci consentirà di sviluppare il comparto crociere che oggi rappresentano un settore dal quale non si può prescindere. In un mercato che si evolve, Monopoli deve avere un ruolo privilegiato quale scalo del territorio della Costa dei Trulli”.

 

“Un’offerta turistica moderna e attrattiva non può prescindere dalle infrastrutture. Le infrastrutture – ha rimarcato Alessandro Ambrosi, presidente della Camera di Commercio di Bari – sono l’hardware, un’ospitalità innovativa e di qualità è il software. Uno non esiste senza l’altro. Il nuovo terminal di Monopoli è un esempio virtuoso di utilizzo dei fondi europei. Gli effetti positivi andranno ben oltre il turismo e riguarderanno tutte le attività economiche a esso più strettamente connesse. Sarà la comunità tutta a trarne vantaggio”.

 

“Il rafforzamento delle Infrastrutture pugliesi – ha aggiunto  il Vice capo di Gabinetto Regione Puglia, Domenico De Santis – sono un fiore all’occhiello per le future sfide delle nostre imprese. Rendere moderni i nostri Porti ci pone al centro dello sviluppo del Mediterraneo, ringrazio per questo l’ottimo lavoro del Presidente dell’autorità portuale che è riuscito a realizzare uno degli obiettivi della Regione Puglia”.

“Il progetto Themis – ha sottolineato Carmela Sfregola, Communication Officer del Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020 – riveste un ruolo strategico per il Programma Grecia-Italia in quanto ha potenziato il trasporto marittimo sostenibile e la connettività transfrontaliera tra Puglia e Grecia, sostenendo lo sviluppo e le attività dei porti minori. Themis è uno dei 58 progetti di cooperazione che l’Europa ha finanziato attraverso il Programma, con un investimento complessivo di 123 milioni di euro tra Puglia e Grecia in diversi settori, quali la promozione della cultura e del patrimonio, la protezione dell’ambiente e della biodiversità, l’inclusione sociale, lo sviluppo di start-up. Sulla stessa scia è in corso la progettazione del nuovo programma 2021 2027 per la costruzione di un’Europa green, smart e vicina ai bisogni dei cittadini”.

 

All’evento, moderato dall’event manager Elena Salzano, hanno partecipato, tra gli altri, anche la Lega Navale di Monopoli e l’Associazione Sole Nascente.

 

Al seguente link è possibile scaricare il materiale promozionale del progetto

https://themis.adspmam.it/it/il-network/

Immagine avatar di Barbara Bertoldo DiBarbara Bertoldo
GARA N. 11_BR APPALTO INTEGRATO: “PORTO DI BRINDISI. POTENZIAMENTO DEGLI ORMEGGI NAVI RO – RO A COSTA MORENA OVEST – REALIZZAZIONE DI UN PONTILE CON BRICCOLE” (CUP B81C18000110005 – CIG 8848479BDB)

Con Determina Presidenziale n. 278 del 26.07.2021 è stata avviata la procedura di gara aperta e telematica con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo, ai sensi degli artt. 60 e 95 del d.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii., aggiornato alla L. 108/2021, relativa all’Appalto Integrato: “Porto di Brindisi: potenziamento degli ormeggi navi ro-ro a Costa Morena Ovest – Realizzazione di un pontile con Briccole.”

CUP B81C18000110005 – CIG 8848479BDB

Importo complessivo d’appalto: € 7.922.145,37, di cui € 7.674.044,52 per lavori a corpo soggetti a ribasso, € 158.112,14 per oneri per la sicurezza ed € 18.199,32 per oneri della sicurezza anti Covid-19 non soggetti a ribasso ed € 71.789,39 per spese tecniche per progetto esecutivo soggette a ribasso;

Luogo di esecuzione: Porto di Brindisi;

Durata dell’appalto: Per la progettazione esecutiva 30 (trenta) giorni naturali e consecutivi successivi a far data dal ricevimento del provvedimento di inizio della progettazione esecutiva. Per la ultimazione dei lavori 330 (trecentotrenta) giorni naturali e consecutivi successivi dalla data del Verbale di Consegna del Lavori;

Criteri di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 95 del d.lgs. 50/2016, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

Capacità tecnica: Attestazione SOA in categoria OG 7 classifica VI (per prestazioni di progettazione e costruzione) servizio di progettazione rientrante in categoria D.01 – (Opere di navigazione interna e portuali); Si precisa che i professionisti interni od esterni – associati od individuati – devono essere in possesso, pena esclusione, della capacità tecnica-professionale di cui al punto 7.2 B) del disciplinare di gara.

  • Termine per il ricevimento delle offerte: 21.10.2021, ore 12:00;

 

  • Termine per il ricevimento quesiti: 08.10.2021, ore 21:00;

 

  • Apertura delle offerte: 22.10.2021, ore 10:00;

 

La procedura di gara sarà gestita telematicamente sulla piattaforma TuttoGare all’indirizzo https://gare.adspmam.it/

Progetto esecutivo: Scaricabile dal seguente LINK https://www.adspmam.it/owncloud/index.php/s/d29TQ1k2i8BMY6u –  ENTRO LA DATA DI SCADENZA LINK: 21.10.2021;

Bando pubblicato in: G.U.U.E n. ID: 2021/S 172-448216 – G.U.R.I. n. 103 del 06.09.2021.

Il responsabile del procedimento: Ing. Francesco DI LEVERANO

DOCUMENTI DI GARA:

Determina P n. 278 del 26.07.2021

Verbale di Validazione Progetto definitivo Briccole-signed

progetto esecutivo_LINK

bando di gara-signed

Disciplinare di gara_briccole -signed

Istruzioni per la partecipazione alla gara telematica

Modello A_ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONI

CHIARIMENTI:

riepilogo chiarimenti n. 1 al 05.10.2021

riepilogo chiarimenti n. 2 al 08.10.2021

ATTO DI COSTITUZIONE DEL SEGGIO DI GARA

Determina P 403-del 21.10.2021

AVVISI:

Avviso n. 1 del 22.10.2021

Avviso n. 2 del 25.10.2021

Avviso n. 3 del 29.10.2021

Avviso n. 4 del 19.11.2021

 

 

 

 

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
PORTO DI MONOPOLI: CERIMONIA DI INAUGURAZIONE NUOVA STRUTTURA DI ACCOGLIENZA REALIZZATA DA ADSPMAM

 

Il progetto Interreg Greece-Italy THEMIS, finalizzato a sostenere e valorizzare i porti minori e a rafforzare le connessioni con i porti principali e con le imprese del territorio, raggiunge un ulteriore grande traguardo con l’inaugurazione del nuovo terminal di accoglienza turistica presso il PORTO di MONOPOLI.

 

L’evento si terrà martedì 7 settembre 2021 alle ore 11.00 all’interno del Porto di Monopoli.

 

Il Progetto Themis è co-finanziato dall’Unione Europea, Programma Interreg VA Greece Italy 2014/2020, e da fondi nazionali della Grecia e dell’Italia.

 

AGENDA

 

7 settembre 2021, h 11.00 (CET)

Ospite: Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale

PORTO di MONOPOLI

 

 

11.00 taglio del nastro e inaugurazione del Terminal

 

11.30 start evento

 

 

Saluti istituzionali

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi – Presidente
Direzione Marittima Puglia e Basilicata Jonica Giuseppe Meli – Contrammiraglio (CP)
Capitaneria di Porto Monopoli Adriana Prusciano – Comandante Porto di Monopoli T.V. (CP)
Comune di Monopoli Angelo Annese – Sindaco
Regione Puglia Michele Emiliano – Presidente
 

Interventi

Interreg VA Greece Italy 2014 – 2020 Join Secretariat Carmela Sfregola – Communication Officer
Assoporti Rodolfo Giampieri – Presidente
MedCruise Aris Batsoulis – Presidente
PugliaPromozione Renato Grelle – Commissario
Camera di Commercio di Bari Alessandro Ambrosi – Presidente

 

12.30 aperitivo di saluti

Immagine avatar di Maria Di Filippo DiMaria Di Filippo
PORTO DI BRINDISI: IL 7 SETTEMBRE, NELL’AMBITO DEI FESTEGGIAMENTI PER IL 50° ANNIVERSARIO DELLA PRESENZA A BRINDISI DEL SAN MARCO, TORNA LA MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE “ITALIAN PORT DAYS”.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, anche quest’anno, aderisce alla manifestazione internazionale denominata “Italian Port Days”, realizzata sotto l’egida  di Assoporti.

Si tratta di un’iniziativa comune di collegamento, nel corso della quale i porti si aprono al territorio. Eventi, incontri e visite guidate,presso le strutture portuali, volti ad avvicinare le popolazioni alla vita e alla cultura dei porti.

Nel porto di Brindisi, in concomitanza con i festeggiamenti organizzati dalla Brigata Marina San Marco e dalla Città in occasione del 50°anniversario dell’insediamento della Fanteria di Marina a Brindisi, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza previste dall’emergenza Covid, l’iniziativa si svolgerà il prossimo 7 settembre a partire dalle ore 10.00 e sino alle 22.00.

Alle ore 17.00, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, inaugurerà l’info-point, dopo le operazioni di restyling effettuate dall’Ente che hanno reso la struttura più accogliente e “aperta” alla città.

Gli interventi sono stati realizzati nel rispetto dell’identità coordinata con Puglia-Promozione per la diffusione di un’immagine unitaria dei servizi di informazione turistica negli scali pugliesi.

All’interno dell’info-point sarà possibile ammirare alcune divise storiche del San Marco, tra riproduzioni fotografiche su pannelli e cimeli.

Alla cerimonia sono state invitate le massime autorità regionali e provinciali.

 

Alle ore 17.30, Passeggiando nella storia, alla scoperta del porto di Brindisi”: un racconto itinerante realizzato dall’Associazione storico culturale APS Brindisi e Le Antiche Strade (BAS), in collaborazione con History Digital Library.

Gli storici dell’Associazione, come già avvenuto nelle precedenti edizioni del Port Days, accompagneranno i cittadini in una passeggiata che partirà dall’info-point sino a giungere al quartiere Sciabiche.

Un piccolo viaggio nella storia del porto, ricco di fatti e aneddoti, molti dei quali poco conosciuti.

 

Il giro si concluderà nei locali della Casa del Turista (viale Regina Margherita,44), sede di History Digital Libray, dove saranno mostrati diversi contenuti multimediali di interesse storico-culturale.

Tappe e Temi :

  • InfopointAdSPMAM-Introduzione a cura di Rosy Barretta, presidente Associazione Brindisi e le Antiche Strade
  • Lungomare– avvio della passeggiata: arch.Paolo Capoccia: “IlCapannone ex-Montecatini”, “Il Waterfront
  • Sede Capitaneria di Porto– Domenico Urgesi “L’esodo dell’esercito serbo”; “Il Monumento al Marinaio d’Italia”;
  • Scalinata Virgiliana- Paolo Capoccia: “leColonne Romane”;
  • Lungomare– prof. Giuseppe Rollo: “L’Avamporto”,“Costa Guacina: il glorioso idroscalo di Brindisi”,“Le Isole Pedagne”;
  • Lungomare– arch. Paolo Capoccia “Storia del Collegio Navale Niccolò Tommaseo”;
  • Hotel Internazionale– prof, Giacomo Carito “La Valigia delle Indie”, “l’Hotel Internazionale”, “Palazzo Montenegro”, “Il quartiere dei pescatori: le Sciabiche”;
  • Casa del Turista-a cura dello staff di History Digital Library,presentazione di un video -documentario sul porto.

 

 

 

MDF, 2 settembre 2021

up