Progetto INTESA “Improving Maritime Transport Efficiency and Safety in Adriatic”

INTESA

 

 

 

 

Il progetto mira a contribuire per far fronte efficacemente ai maggiori flussi di traffico nell’area e creare le condizioni per attrarre investimenti, quindi posti di lavoro e prosperità. Un migliore utilizzo del sistema di porti e del trasporto intermodale ridurrà i costi di consegna delle merci nell’Europa centrale e orientale e ripristinerà la posizione competitiva dei porti adriatici come porte naturali verso l’Europa centrale e orientale. L’obiettivo (Obbiettivo specifico 4.1) è migliorare la qualità, la sicurezza e la sostenibilità dei servizi di trasporto marittimo all’interno dell’area di intervento e realizzare  collegamenti tra porti e retroporti efficienti e sostenibili.

 

Lo scopo principale è quello di migliorare l’efficienza e la sicurezza nel trasporto marittimo e nelle operazioni portuali attraverso l’ottimizzazione delle interfacce portuali, l’armonizzazione delle procedure portuali e l’implementazione di soluzioni / servizi di trasporto intelligenti. I porti più efficienti aumenteranno il trasporto marittimo, la capacità di trasporto marittimo a corto raggio e la connettività transfrontaliera migliorando i collegamenti multimodali verso l’entroterra.

I risultati attesi dal progetto INTESA :

  1. Ottimizzazione delle operazioni / procedure portuali per incentivare il trasporto marittimo, a corto raggio capacità di spedizione e collegamenti migliorativi verso la terraferma per una più intelligente e efficace catena di approvvigionamento di merci e connettività dei cittadini
  2. Clustering attività e processi portuali per attrarre traffico nell’area adriatica
  3. Promuovere connessioni efficienti dei porti con nodi interni e sistemi logistici
  4. Migliorare il coordinamento e l’armonizzazione della condivisione dei dati per rafforzare la multimodalità
  5. Garantire la sicurezza e la sostenibilità del trasporto merci
  6. miglioramento della sicurezza della navigazione e della protezione dell’ambiente marino nel mare Adriatico
  7. Miglioramento della trasmissione delle informazioni sulla sicurezza marittima senza ulteriori per gli operatori a terra
  8. Miglioramento della cooperazione transfrontaliera attraverso la condivisione del ASM AIS in tempo reale in onda
  9. Miglioramento della sicurezza e della competitività del porto
  10. Definizione di linee guida comuni per la trasmissione di informazioni sulla sicurezza nel  Mare Adriatico

Attraverso i seguenti output principali:

  • Analisi SWOT a livello transfrontaliero
  • Rapporto di valutazione dei bisogni
  • Relazione delle specifiche tecniche ASM
  • Studi di fattibilità
  • Azioni pilota
  • relazione tecnica sul riconoscimento delle caratteristiche tecniche per i sistemi nazionali e l’attrezzatura locale
  • linee guida tecniche sulla definizione dei metodi di condivisione delle informazioni

Il partenariato è composto da:

  • LP : Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico Settentrionale -441.000,00€
  • PP1: Ministero dei Trasporti e Infrastrutture – 234.800,00€
  • PP2: Rete Autostrade Mediterranee (RAM) – 131.600,00€
  • PP3: Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale -229.900,00€
  • PP4: Autorità Portuale di Ravenna – 240.000,00€
  • PP5: Porto di Ravenna – 222.560,00€
  • PP6: Autorità di sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale-210.800,00€
  • PP7: Autorità Portuale di RIJEKA – 240.000,00€
  • PP8: Autorità Portuale di Ploce – 250.000,000€
  • PP9: Autorità Portuale di Split – 250.800,00€
  • PP10: Ministero del mare, dei trasporti e delle infrastrutture croato 265.020,00€
  • PP11: Centro meteorologico ed idrogeologico di Croatia 180.000,00€

Il budget totale del progetto è di 2.650.000,00 €

https://www.italy-croatia.eu/web/intesa/